Autobiogrammatica

Candidato al Premio Strega 2024 


L’Autobiogrammatica che avete tra le mani è un gioco sorprendente e vertiginoso: il racconto di un’esistenza – unica e comune – come la storia di un linguaggio.

Esiste un legame segreto tra le due linee sinuose lungo cui si snoda la nostra vita: da una parte l’apprendistato dell’alfabeto, dei nomi, del lessico famigliare, dell’insulto, dello scherzo, delle lingue straniere, dei codici segreti, della poesia; dall’altra l’invadente amore per i genitori, la scuola che è un viaggio nell’ignoto, le seduzioni e dilazioni dell’amicizia e del desiderio, la contrattazione di un posto nel mondo – in un’Italia in cui regnano il privilegio, il pregiudizio, la violenza politica e privata.

Tommaso Giartosio traccia tutti i legami che connettono questa doppia elica, e sa che imbarcarsi in un’impresa del genere significa chiedersi: quali lettere hanno il sapore dello zucchero sulle nostre labbra, e da dove nasce questo godimento? Qual è l’abbecedario dei nostri amori? Quali parole racchiudono le nostre paure?

La lingua come origine della coscienza e del mondo, genealogia degli affetti, identità e disidentità, filtro per lo sguardo, sola possibilità di dare un senso a ciò che abbiamo vissuto. La lingua madre e la lingua salvata. La lingua che non è soltanto restituzione poetica del racconto, ma sostanza stessa di questo racconto. E su tutto, intorno a tutto, la babele delle nostre esistenze e di quelle che ci hanno preceduto.


Tommaso Giartosio ha scritto un pezzo sull'autobiografia italiana per The Italian Review. 

ISBN: 978-88-3389-486-7
Pagine: 440
Pubblicazione: feb 2024

19,00 € -5%
18,05 € 18.05 EUR

19,00 €

ACQUISTA
ISBN: 9788833895529
Pagine: 440
Pubblicazione: feb 2024

11,99 € 11.99 EUR

11,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Le recensioni della stampa

Andrea Pomella - Doppiozero

È uno scavo molto più profondo, alle origini della propria identità. È il linguaggio che ci fonda come persone, non solo il linguaggio che usiamo per partecipare al gioco umano, ma anche il linguaggio...
Leggi

Renato Minore - Il Messaggero

Il racconto di Giartosio nasce con sapiente naturalezza dentro la lingua che va vivisezionando.
Leggi

Demetrio Paolin - La Lettura - Il Corriere della Sera

Un testo ircocervo, in parte diario di formazione, memorie dell'adolescenza, trattato di linguistica, romanzo di formazione sugli anni Settanta con una qualità di scrittura notevole, dove dolore, gioi...
Leggi

Rai Cultura

Tommaso Giartosio racconta Autobiogrammatica.
Leggi

Giorgio Zanchini - Quante Storie - Rai 3

Quante parole esistono per dire famiglia?
Ne ha parlato Tommaso Giartosio partendo dal suo libro Autobiogrammatica.
Leggi

Alessandro Zaccuri - Avvenire

Un grande libro sulla scrittura, intensa come processo fisico prima ancora che come strumento espressivo, che approda al riconoscimento finale di sé
Leggi

Luca Mastrantonio - 7Corriere

Intervista a Tommaso Giartosio.
Leggi

Raffaella De Santis - La Repubblica

Autobiogrammatica nella dozzina Strega
Leggi

Gianni Montieri - Minima&Moralia

Siamo fatti della stessa (sola) sostanza di cui sono fatti gli alfabeti, quelli che conosciamo e quelli che non arriveremo mai a scoprire, quelli che ci hanno preceduti.
Leggi

Enrico Montanari - Il Libraio

Giartosio traccia tutti i legami che le parole sono capaci di creare e disfare.
Leggi

Riccardo Gasperina Geroni - Alias - Il manifesto

Intimo e profondo come le parole che ci abitano, il linguaggio che ci piega.
Leggi

Giulia Becker - RTL 102.5

Intervista a Tommaso Giartosio
Leggi

Maila Cavaliere - Sugar Pulp

Il racconto coltissimo di un sé narrante.
Leggi

Manuela Altruda - Yanez

Raccontare un’esistenza, una vicenda umana e personale che si intreccia a quella familiare, significa raccontare la parabola di un codice linguistico, intimo e unico al mondo. Ed è questo che fa Tomma...
Leggi

Lorenzo Mari - Pulp Magazine

Tout se tient, e tutto si apre a nuove vie, in questa scrittura che ambisce a una sorta di universalità senza universalismo e, dunque, cerca continuamente lo spazio della condivisione attraverso la pr...
Leggi

Roberto pacifico - Quaderni d'altri tempi

Un’autobiogrammatica: è forse un neologismo? Di certo, l’autobiogrammatica di Tommaso Giartosio è un libro autobiografico che racconta la vita dell’autore e delle persone a lui care, attraverso le “pa...
Leggi

Matteo Moca - Il foglio

Esiste una tensione continua, che dalla nascita mai si interrompe, tra lingua privata, con il suo bagaglio di parole e fonemi che si combinano tra loro, e la lingua collettiva a cui questa afferisce, ...
Leggi

Paolo Di Paolo - La lingua batte - Rai Radio 3

Tommaso Giartosio ospite di La lingua batte.
Leggi

Il Venerdì - La Repubblica

Giartosio srotola la sua vita attraverso il lessico.
Leggi

L'Indiscreto

Quinto nella sezione narrativa della Classifica di qualità febbraio 2024
Leggi

Claudio Bagnasco - Squadernauti

Un’opera proteiforme e vibrante, in cui si alternano episodi comici e drammatici, che appartengono sia alla dimensione privata sia a quella pubblica, politica, con una varietà di registri che l’autore...
Leggi

Nadeesha Uyangoda - Internazionale

La lingua come elemento più intimo e veritiero della propria esistenza.
Leggi

Ansa

Autobiogrammatica di Tommaso Giartosio candidato al Premio Strega da Emanuele Trevi.
Leggi

Alberto Casadei - Le parole e le cose

Cominciamo col dire che la scrittura di Autobiogrammatica di Tommaso Giartosio è una delle più eleganti e sicure nell’ambito della narrativa italiana del XXI secolo.
Leggi

Carlo Tortarolo - Satisfiction

L’Autobiogrammatica è un affascinante gioco di narrazione che esplora la vita come un percorso unico e condiviso, intrecciato con il linguaggio.
Leggi

Queerographies

La lingua madre e la lingua salvata.
Leggi

Il Libraio

Tra i libri da leggere nel 2024
Leggi

Libri consigliati: