L'unico viaggio che ho fatto

Storia di Gardaland e di quello che è successo dopo

A Gardaland, il grande parco delle mille attrazioni, si va all’avventura, sulle navi dei magnifici corsari e sulle terrorizzanti montagne russe, nel villaggio western e fra le tombe dei faraoni.
Si va per mantenere una promessa fatta a un «minuscolo fratello» che cresce troppo in fretta, e si corre a perdifiato, senza fermarsi mai, su e giù per il parco, mentre l’ombra di un padre distante prende corpo.
Un viaggio dentro la memoria e il presente, con l’Italia anni Ottanta di Bim Bum Bam e della Fiat Ritmo che fatica a riconoscersi negli abbonamenti comprati su internet e nei passaggi in BlaBlaCar.
Nell’Unico viaggio che ho fatto Emmanuela Carbé racconta con acume e passione Gardaland, il nonluogo del divertimento che si ostina a restare un posto reale di persone vere e belle, racconta l’infanzia perduta tra nostalgia e sollievo e il nostro quotidiano che non s’incastra mai nei desideri e nei sogni, trovando infine un momento di felicità perfetta in un luogo che è, allo stesso tempo, la meta e l’inizio della fuga.

ISBN: 978-88-7521-778-5
Pagine: 116
Pubblicazione: feb 2017

14,00 € -15%
11,90 € 11.9 EUR

14,00 €

Acquista
ISBN: 9788875214494
Pubblicazione: feb 2017

7,99 € 7.99 EUR

7,99 €

Acquista

Extra

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di Emmanuela Carbé:

Le recensioni della stampa

Andrea Cirolla - Indice dei Libri del Mese

Quello che l'autrice riesce a narrare è struggente. Come riesce a narrarlo è bellissimo.
Leggi

- Il Foglio

Emmanuela Carbé ricostruisce la storia del parco in un equilibrato reportage dell'Italia dei non luoghi e del kitsch istituzionalizzato, per medicare il traumatico passaggio all'età adulta nel "paese meraviglioso" che alle fiabe sostituisce lo storytelling.
Leggi

Petunia Ollister - Robinson - la Repubblica

"L'unico viaggio che ho fatto" consigliato nella rubrica #BookBreakfast.
Leggi

Violetta Bellocchio - Il Libraio

La scrittura di Carbé è un vortice, che punta a creare un’avventura intellettuale facendoti comunque marciare su due binari differenti: ti chiede di seguirla nella riscoperta di un posto per lei prezioso, e al tempo stesso ti chiede di ammirare il rigore con cui la protagonista vuole vederci chiaro, dominare l’oggetto dei propri desideri.
Leggi

Andrea Cortellessa - TuttoLibri - La Stampa

Una gita al parco dei divertimenti con il fratellino più piccolo diventa occasione per raccontare la propria infanzia perduta.
Leggi

Barbara Ardù - Robinson - la Repubblica

Gardaland è il luogo o il non luogo da dove Emmanuela Carbé riparte per un tour nella sua infanzia.
Leggi

Francesco Chiamulera - Corriere del Veneto

Intervista a Chiara Valerio: "Se le piacciono i parco giochi, lo legga, se non le piacciono i parco giochi, lo legga, se non ha un'opinione sui parco giochi allora è giusto che se ne faccia una leggendo "L'unico viaggio che ho fatto" di Carbé".
Leggi

Gianni Montieri - Poetarum Silva

È un libro fatto di nonne e di assenze, di assenze di padri, di gioie come fratelli venuti dopo; fratelli da imparare a prendere per mano, con cui andare a Gardaland, coi tempi cambiati e gli anni passati, e allora tuo fratello magari ne sa più di te, e si sovrappongono emozioni/informazioni. Carbé commuove in molti passaggi e in molti altri, grazie a una prosa bellissima, diverte, proprio come in un parco giochi.
Leggi

- Il Foglio

Un estratto da "L'unico viaggio che ho fatto" su "Il Figlio", inserto a cura di Annalena Benini.
Leggi

Giulia Pretta - Critica Letteraria

Gardaland, oltre che filo conduttore per la parte biografica dell'autrice, è anche parte della storia italiana. Emmanuela Carbé ricostruisce con accuratezza l'infanzia e la crescita di questa Disneyland nostrana, avvalendosi di ricerche, ricordi personali e interviste.
Leggi

Francesca Visentin - Corriere del Veneto

Emmanuela Carbé, tra le voci di maggior talento della giovane narrativa italiana, sceglie il «nonluogo» di Gardaland, spazio di fantasia, speranze, aspettative, per questo nuovo libro che ha un andamento ritmico e un linguaggio originale.
Leggi

- Il Piccolo

La veronese Emmanuela Carbé ha costruito un romanzo che si muove tra le navi dei corsari e le tombe dei faraoni, tra il villaggio western e le terrorizzanti montagne russe.
Leggi

- Verona Sera

Emmanuela Carbé a Verona.
Leggi

Rossella Montemurro - Il mio tg

Trent’anni di Gardaland descritti provando a guardarlo con gli occhi del bambino che siamo stati e paragonandolo all’adulto che siamo. Un libro originale.
Leggi

Erika Bollettin - Il Mattino di Padova

Alla libreria Zabarella di Padova prima presentazione nazionale del libro di Emmanuela Carbé.
Leggi

- Il Posto delle Parole

Emmanuela Carbé racconta "L'unico viaggio che ho fatto" intervistata da Livio Partiti per "Il Posto delle Parole".
Listen