Due o tre cose che so di sicuro

Esistono tanti modi in cui i pettegolezzi di una generazione possono trasformarsi in leggende per chi li eredita. Lo sa bene Dorothy Allison che, con Due o tre cose che so di sicuro, ci regala un memoir intenso e lacerante che è piccolo gioiello. Illustrato con fotografie tratte dalla collezione personale dell’autrice, racconta la storia delle donne della sua famiglia – figlie, sorelle, cugine e zie – e degli uomini che le hanno amate, che spesso hanno abusato di loro e che, ciononostante, ne hanno condiviso i destini. E racconta la storia della stessa Dorothy e del percorso di riscatto che l’ha portata a scrivere La bastarda della Carolina, salutato anche in Italia come un capolavoro, e a conquistare, attraverso la parola e la reinvenzione letteraria, la propria personalissima salvezza.
Provocatorio, controverso e brutalmente onesto, il memoir della Allison ha la forza di raccontare di nuovo, da una prospettiva diversa e complementare
, un mondo white trash nel quale bellezza e dolore, amore e crudeltà, sconfitta e riscatto non sono mai separabili, ma due facce di un’unica medaglia.

Titolo originale: Two or Three Things I Know for Sure
Traduzione: Sara Bilotti

ISBN: 978-88-3389-018-0
Pagine: 92
Pubblicazione: gen 2019

12,00 € -15%
10,20 € 10.2 EUR

12,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: Two or Three Things I Know for Sure
Traduzione: Sara Bilotti

ISBN: 9788833890333
Pubblicazione: gen 2019

6,99 € 6.99 EUR

6,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di Dorothy Allison:

Le recensioni della stampa

Gaia Manzini - Robinson - la Repubblica

"La bastarda della Carolina" rimane il grande libro di Dorothy Allison. "Due o tre cose che so di sicuro" è come un'eco piena di dolore.
Leggi

Gianni Montieri - Huffington Post

La storia di Dorothy Allison è durissima, così come lo è quella delle donne della sua famiglia. Donne che vivono nella certezza che nulla possa cambiare, e poi le cose in qualche modo le cambiano.
Leggi

Anna Maria Eccli - Trentino

«Io, femminista e scandalosa»: intervista a Dorothy Allison.
Leggi

Federica Pergola - Giuditta Legge

Una narrazione talmente onesta da apparire più brutale di un’invenzione letteraria.
Leggi

Valeria Gennero - Alias - il manifesto

In questa Spoon River domestica, Allison raggiunge un lirismo che non cede mai a toni consolatori, mostrando che c'è una strada per chi al proprio passato non si arrende.
Leggi

Umberto Rossi - Blow Up.

Leggendo questo memoir della Allison ci rendiamo conto ancor meglio di che battaglia sia stata la sua vita.
Leggi

Oriana Mascali - Il Libraio

La narrazione, quindi, abbatte definitivamente i limiti della fiction e diventa uno strumento di redenzione.
Leggi

Gabriele Ottaviani - Convenzionali

Lacerante, sorprendente, intensissimo, tenero, agilissimo eppure monumentale.
Leggi

l'Adige

Dorothy Allison ospite della rassegna Un settembre internazionale della libreria Arcadia di Rovereto.
Leggi

The Bloody Island

Scritto come fosse un diario o una confessione a un amico, raccoglie testimonianza del suo passato, delle donne della sua vita, dei traumi subiti e del percorso verso la consapevolezza e l'accettazion...
Leggi

- Fahrenheit - Radio 3

"Due o tre cose che so di sicuro" è il Libro del Giorno di Fahrenheit (Radio 3): ascolta l'intervista a Dorothy Allison.
Listen