Il paese dove non si muore mai

Nel paese dove non si muore mai, dove il corpo è forte come il piombo, le donne spariscono in seguito ad aborti clandestini oppure per una storia d'amore disperata; gli uomini, invece, finiscono in prigione per aver osato dire che al mercato non si trovavano più patate. Eppure, in un mondo ferocemente maschilista, le ragazze crescono robuste, indistruttibili, tra il culto di Madre-Partito e quello della verginità, circondate da madri, nonne, zie, professoresse che sono al tempo stesso severissime e amorevoli, guardiane di un rigido matriarcato domestico.
Siamo in Albania, terra di polvere e fango, ai tempi della dittatura, ma il paesaggio di Ornela Vorpsi è un territorio letterario per eccellenza: metaforico, universale, un compendio tragico della condizione femminile e umana in ogni parte del mondo.
Con una lingua simile a un bisturi, in un italiano adottato come si adotta una speranza, Ornela ci racconta l'antieducazione sentimentale di tutte le donne in mezzo alla violenza e alla solitudine, le loro storie di puttaneria e vergogna, di proverbi e cucine seminterrate. Esordio del 2005, Il paese dove non si muore mai è uno dei libri capofila di una nuova generazione di scrittori immigrati e segna l'approdo sulle nostre coste di un accento nuovo, irripetibile, sensuale e sconvolgente.

ISBN: 978-88-7521-919-2
Pagine: 110
Pubblicazione: giu 2018

13,00 € -15%
11,05 € 11.05 EUR

13,00 €

Acquista il cartaceo
ISBN: 9788875219895
Pubblicazione: giu 2018

7,99 € 7.99 EUR

7,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Le recensioni della stampa

Vanni Santoni - Linus

Sorprende per la qualità della prosa, oltre che per l'ironia dolente e beffarda che lo pervade.
Leggi

Eleonora Lombardo - la Repubblica - Palermo

Ornela Vorpsi ospite del Festival Contaminazioni.
Leggi

Gabriele Ottaviani - Convenzionali

Più attuale che mai, è un’opera fatta di personaggi e atmosfere magnifiche e struggenti.
Leggi

Francesca Maccani - Giuditta Legge

Una narrazione in prima persona che assume la dimensione della coralità perché l'io narrante si fa portavoce di tutte le donne dell’Albania.
Leggi

Il rifugio dell'ircocervo

Brevi storie o ricordi sfumati, intrecciati in un percorso di vita che, anche se ispirato alla biografia dell'autrice, diventa nei fatti il riflesso della storia di un intero popolo.
Leggi

Pina Bertoli - Il mestiere di leggere - blog

Racconto di un vissuto ormai passato, ricreato nella memoria segnata di chi, alla fine, ha deciso di scappare e di raggiungere la "terra promessa", l’Italia a lungo sognata e sublimata.
Leggi