Grande Era Onirica

Candidato al Premio POP - Premio Opera Prima del Master in Editoria della Fondazione Mondadori


La vita della giovane Marta è un viaggio impaziente tra i viali di Parigi, le piazze di Siena e i boschi delle Marche. È un viaggio tramato da amori assoluti e assolutamente sbagliati, cosparso di farmaci e rituali per tenere a bada l’ansia, nell’attesa testarda della felicità. Marta sa di aver estratto una buona carta alla ruota dei destini, tutto è stato preparato perché le cose vadano nel verso giusto per lei, ma lo stare bene è la superficie levigata e illusoria di un lago ghiacciato. Marta si muove verso il centro, dove la crosta è più sottile e il pericolo non si percepisce e a volte sprofondare è inevitabile. Ma lei non si rassegna, risale ostinata tra le onde dei sogni e delle sostanze, della storia familiare e della passione fatale per un uomo molto più grande di lei. Grande Era Onirica è un romanzo poco educato, coraggiosamente sincero e commovente, sostenuto da una scrittura virtuosa, lucida e sognante

ISBN: 978-88-7521-785-3
Pagine: 180
Pubblicazione: mar 2017

16,00 € -15%
13,60 € 13.6 EUR

16,00 €

Acquista
ISBN: 9788875218188
Pubblicazione: mar 2017

8,99 € 8.99 EUR

8,99 €

Acquista

Extra

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Prossimo evento

26 mag
Marta Zura-Puntaroni a Montepulciano

Marta Zura-Puntaroni presenta Grande Era Onirica

H 17:30
MiglioVerde

Altri libri di Marta Zura-Puntaroni:

Le recensioni della stampa

Alessandra Di Pietro - Gioia

Diario della psicanalisi e degli psicofarmaci di una trentenne primogenita talentuosa, fatalista e facilmente annoiabile, tra tanti amori assoluti e sempre sbagliati, con alle spalle una normale famiglia disfunzionale. Dal suo fondo però Marta risale sempre viva ogni volta, con ferocia ed eleganza.
Leggi

Alessandra Balla - Robinson - la Repubblica

Uno stile evocativo, ma al contempo crudo e rabbioso.
Leggi

Gaia Gennaretti - il Resto del Carlino

"Anche le Marche nel mio libro": Marta Zura-Puntaroni presenta "Grande Era Onirica" a San Severino.
Leggi

- Roma Online

Un libro potente.
Leggi

Noemi Milani - Il Libraio

"Parlare della propria generazione è la cosa più difficile": intervista a Marta Zura-Puntaroni.
Leggi

Petunia Ollister - Robinson - la Repubblica

"Grande Era Onirica" consigliato nella rubrica #BookBreakfast.
Leggi

Gianluigi Bodi - Senzaudio

L'esordio di Marta Zura-Puntaroni è ottimo.
Leggi

David Valentini - Tracce di libri

L’autrice ha già un linguaggio suo, ed è un linguaggio feroce, brutale, viscerale, che non perdona.
Leggi

Massimo Biliorsi - La Nazione - Siena

Bella e originale scrittura. Una storia profonda, ben raccontata.
Leggi

- Strafanti

Storia di paura dell'abbandono, di dipendenza, di falsi equilibri. Un libro che ti lascia qualcosa dentro.
Leggi

Fabrizio Ottaviani - Il Giornale

Domina la pagina uno snobismo intelligente e colto che finisce per salvare la protagonista.
Leggi

Francesca Crescentini - Tegamini

È un libro combattivo, pieno di rabbia e di volontà malfunzionanti, di uomini dannosi, superficiali e deludenti e del segno che le persone lasciano inconsapevolmente dopo il loro passaggio.
Leggi

Raffaella De Santis - la Repubblica

Officina Italia: i talent scout della narrativa. Minimum fax pubblica il romanzo d'esordio di Marta Zura-Puntaroni.
Leggi

Rossella Montemurro - Il mio tg

La scrittura della Zura-Puntaroni è vorticosa e graffiante, le situazioni che descrive sono per il lettore, a volte, un pugno allo stomaco.
Leggi

- L'Unione Sarda

Novità in libreria: i freschi di stampa.
Leggi

- Città della Spezia

Marta Zura-Puntaroni presenta "Grande Era Onirica" a La Spezia.
Leggi

- la Repubblica - Milano

Marta Zura-Puntaroni presenta il suo romanzo d'esordio a Milano.
Leggi

- I'm not a groupie

Un pugno nello stomaco che dura per 180 pagine.
Leggi

- Parma Today

Marta Zura-Puntaroni presenta "Grande Era Onirica" alla libreria Diari di Bordo di Parma.
Leggi

Francesca Milano - In altre parole

Come attraversare le proprie ere oniriche e uscirne viva.
Leggi

Marco Dellantonio - Lettera.com

Confessioni di un sicario dell'economia, indipendentemente dalle polemiche che ha scatenato, presenta un quadro della lotta per la supremazia planetaria che merita di essere preso in considerazione (personalmente non posso dire di averlo trovato particolarmente scioccante) specialmente alla luce di quello che abbiamo visto negli anni successivi alla sua pubblicazione.
Leggi