Io odio John Updike

Uscito per la prima volta nel 2006, Io odio John Updike è stato l’esordio di Giordano Tedoldi. Libro di culto, oscuro, inquietante, popolato di personaggi misteriosi, immerso in atmosfere noir, allucinate e quasi fantascientifiche, ha rivelato un autore unico: per qualcuno l’Italia letteraria aveva trovato il suo Francis Bacon, o il suo David LynchIn una Roma illuminata solo da luci artificiali, due sconosciuti si sfidano ogni notte a bordo di una Ferrari e una Aston Martin. Uno scapolo anaffettivo innamorato della madre morente affida la gestione delle sue giornate a un computer di nome George. Un uomo insegue una meravigliosa mulatta incontrata a un corso di scrittura e una donna insegue un devastatore in camicia di lino con la speranza di farsi devastare a propria volta. Ecco alcuni dei personaggi che popolano le storie di questo libro. Questa nuova edizione è arricchita da un racconto inedito in cui la scrittura di Tedoldi – sempre sospesa tra durezza estrema e magnifiche rivelazioni – riluce più che mai

• Nicola Lagioia racconta Io odio John Updike: leggi lo speciale 

• Come nascono i racconti di Io odio John Updike? Un intervento di Giordano Tedoldi

ISBN: 978-88-7521-715-0
Pagine: 289
Pubblicazione: gen 2016

14,00 € -15%
11,90 € 11.9 EUR

14,00 €

Acquista
ISBN: 9788875217266
Pubblicazione: gen 2016

6,99 € 6.99 EUR

6,99 €

Acquista

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di Giordano Tedoldi:

Le recensioni della stampa

Giulio Papadia - Mangialibri

L’autore romano ha un modo di scrivere insolito e immediatamente riconoscibile. I suoi personaggi sono vicini, sono folli e ordinari eroi che vivono ai margini.
Leggi

Laura Pezzino - Vanity Fair

Giordano Tedoldi tra gli appuntamenti da non perdere al Salone del Libro di Torino.
Leggi

Raffaella De Santis - La Repubblica

Si esce storditi da questi racconti. Chi non lo ha già fatto deve leggerli. Sono belli, inquietanti, magnetici. Umanissimi nella loro esibita disumanità.
Leggi

Antonella Lattanzi - TuttoLibri - La Stampa

Un libro bellissimo. Un esordio che non soffre dei più comuni abbagli degli esordi – un certo sguardo di sufficienza verso il lettore, una corsa a chi stupisce di più, chi esagera più forte, e più in ...
Leggi

Alberto Pezzotta - Film Tv

La sua prosa crea una dipendenza morbosa.
Leggi

Valentina Della Seta - Il Venerdì - La Repubblica

Storie slegate di ossessioni ripetute.
Leggi

Il Post

Io odio John Updike è una raccolta di nove racconti indipendenti tra loro, nelle parole dello stesso Tedoldi nella prefazione «un libro frammentario, come dovrebbe essere ogni buona raccolta di raccon...
Leggi

Marco Filoni - Il Venerdì - La Repubblica

Questa copertina è divina.
Leggi

Gianni Montieri - Poetarum Silva

Tedoldi parte spesso da un paradosso per dirci di una frattura interiore, lo fa tenendo sempre presente che ci sta raccontando una storia e che questa deve avere un inizio e una fine, e in mezzo tanta...
Leggi

Alfredo Zucchi - Cattedrale

Dal punto di vista compositivo, tra un racconto e un romanzo, cambia solo questo: che un racconto muore a vent’anni, un romanzo a circa sessantacinque o settanta (certo, ci sono anche i centenari). Di...
Leggi

Fabrizio Spinelli - Studio

Tedoldi è uno dei pochi autori italiani viventi che sembra ancora credere che il fatto letterario sia soprattutto un’avventura linguistica, un’epopea dello stile.
Leggi

Caterina Falconi - Libroguerriero

Giordano Tedoldi corteggia le proprie ossessioni e vi tesse attorno, di volta in volta, le trame che lo stuzzicano, con le parole che preferisce, giocando con i generi letterari, svincolato da ogni re...
Leggi

Alessandro Beretta - La Lettura - Corriere della Sera

La prosa di Tedoldi graffia e lo sa; gioca carte drammaturgiche spiazzanti e lo sa; è fin troppo cosciente, ma nello scarto rispetto alla sua perfezione trova l'accordo che dà una poetica.
Leggi

Enzo Baranelli - Satisfiction

Davvero ottimi i racconti riapparsi in una nuova edizione di Giordano Tedoldi, e arricchiti da un testo inedito. Piacere narrativo e storie dove si agglutinano idee, che ricadono verso il fondo del po...
Leggi

Giordano Tedoldi - Libero

In esclusiva le prime pagine del racconto inedito «Sciarada» contenuto in «Io odio John Updike».
Leggi

Federico Gironi - Coming Soon

Quella di “Io sono John Updike” è una lettura che è una sfida, l'osservazione di un fermo immagine analogico, imperfetto e vibrante, che regala la sensazione ipnotica e inquietante che la nostra ombra...
Leggi

Francesca Pacifico - IL - Il Sole 24 Ore

È una fortuna che Io odio John Updike sia tornato in libreria.
Leggi

Rossella Montemurro - Il mio Tg

Una voce visionaria e sorprendente.
Leggi

Giovanni Bitetto - Rivista!Unaspecie

La prosa di Tedoldi è l’ibrido impossibile fra Manganelli e Jeff Koons, una complicata macchina poetica dalle superfici levigate e luccicanti.
Leggi

Maria Cerino - Il Primo Amore

Ogni racconto potrebbe corrispondere ai primi tre capitoli di un romanzo.
Leggi

Federica Patera - La Balena Bianca

Se i racconti sono autosufficienti e singolari, lo sono anche i personaggi (principali), tanto da sembrare ventriloqui impegnati in elucubrazioni che risvegliano la voce nei dialoghi; immersi in abitu...
Leggi

Gaia Fabbri - La Spezia Oggi

Lo stile di scrittura e i racconti sono grotteschi, inquietanti, mai banali.
Leggi

Antonio Prudenzano - Il Libraio

I racconti di Giordano Tedoldi nella lista dei libri più attesi del 2016.
Leggi

Stato Quotidiano

Giordano Tedoldi tra Bacon e Lynch
Leggi

Stato Quotidiano

Giordano Tedoldi tra Bacon e Lynch
Leggi

Il Post

Giordano Tedoldi al Salone del Libro di Torino
Leggi

Foggia Today

Giordano Tedoldi a Foggia con "Io odio John Updike".
Leggi

Che Libro

I racconti inquietanti, ironici, spietati, visionari, grotteschi, sfacciati, coraggiosi di una voce unica ed originale.
Leggi