Gravesend

Sono trascorsi sedici anni da quando «Ray Boy» Calabrese è stato condannato per l’omicidio di un ragazzo, e adesso è arrivato il momento di uscire di prigione e tornare a Gravesend, il quartiere di Brooklyn nel quale è cresciuto e di cui era il re indiscusso. Ad aspettarlo c’è il fratello della vittima, Conway D’Innocenzio, che non si è mai ripreso dalla tragedia e sa di doversi vendicare se vuole salvare la propria reputazione e, forse, ricominciare a vivere. Ma, per quanto abbia un piano perfetto per punire Ray Boy, Conway non riesce a compiere il passo definitivo, e precipita in una spirale di autocommiserazione, disprezzo di sé e scoperta di ciò che si agita nel profondo della sua anima. Nel frattempo anche Alessandra, un’attrice fallita, è tornata a Gravesend dopo la morte della madre, e trascorre le sue giornate combattuta tra il desiderio disperato di tornare a Los Angeles il prima possibile e la facilità con la quale potrebbe tornare a immergersi nella vita del suo quartiere.
Due vite simili, tormentate e combattute, e un’unica ricerca di salvezza e riscatto, che porterà le strade di Conway e di Alessandra a incontrarsi.
Gravesend è un romanzo duro e insieme profondamente passionale, nel quale le atmosfere di Brooklyn acquistano una concretezza e una forza senza pari: una storia di vendetta, disperazione e fuga che ha imposto William Boyle come una delle voci più originali e interessanti del noir americano.



Titolo originale: Gravesend
Traduzione: Raffaella Vitangeli

ISBN: 978-88-3389-132-3
Pagine: 300
Pubblicazione: gen 2020

18,00 € -5%
17,10 € 17.1 EUR

18,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: Gravesend
Traduzione: Raffaella Vitangeli

ISBN: 9788833891477
Pubblicazione: gen 2020

12,49 € 12.49 EUR

12,49 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Le recensioni della stampa

Gianni Montieri - HuffPost

Un libro passionale, sul desiderio che non si compie mai, sulla fuga che non ti porta mai più in là di un paio di isolati.
Leggi

Marco Petrelli - Alias - il manifesto

Uno spazio esiziale in cui trame di vite distrutte si legano indissolubilmente ai luoghi dell'infanzia, e tessono un destino minaccioso che sembra inciso come un marchio sui protagonisti.
Leggi

Umberto Rossi - Blow Up

Una serie di incontri che sembrano quasi collisioni casuali di vite sbandate.
Leggi

Cristina Taglietti - 7 - Corriere della Sera

Boyle è una bella scoperta. Penna acuminata, non priva di una sua aspra poesia.
Leggi

Raffaella Silipo - TuttoLibri - La Stampa

Noir cupo e fulminante come un colpo di pistola.
Leggi

Luca D'Andrea - Robinson - la Repubblica

Boyle possiede uno stile poetico che riempie di disperazione e umanità anche una semplice chiacchierata fra amiche al bar.
Leggi

Federica Politi - Contorni di noir

Un viaggio negli abissi delle vite dei personaggi, cogliendo le sfumature intense che irradiano anche da quelli secondari.
Leggi

Gian Paolo Serino - La Provincia

Leggendo questo romanzo ci si sente incredibilmente vicini ai personaggi, quasi una empatia naturale, un ritrovarsi delinquenti anche senza esserlo.
Leggi

Federica Politi - Contorni di noir

Arriva in libreria il romanzo di William Boyle.
Leggi