Solo un fiume a separarci

Dispacci dalla frontiera

Pronipote di immigrati, messicano di origine ma americano di nazionalità, Francisco Cantú si potrebbe considerare un esempio di perfetta integrazione. Laureato in diritto internazionale, borsista Fulbright, traduttore, sembrava avviato a una brillante carriera come giornalista e studioso. Finché un giorno, sfidando le paure e le perplessità della sua famiglia, ha deciso di iscriversi all’Accademia di polizia per diventare una guardia di frontiera, convinto che, per capire fino in fondo il fenomeno dei flussi migratori e le storie di ordinaria e straordinaria umanità che lo sottendono, non bastassero i libri, i manuali o le statistiche, ma fosse necessario vedere le cose in prima persona.
Sono proprio gli incontri con i nuovi «dannati della terra» che Cantú racconta in Solo un fiume a separarci: i suoi «dispacci dalla frontiera», pubblicati per la prima volta nel febbraio 2018, mentre l’amministrazione Trump rilanciava con insistenza il progetto di un muro tra Stati Uniti e Messico, hanno suscitato clamore e un dibattito appassionato, che ha portato il libro alle prime posizioni nella classifica dei bestseller.

Titolo originale: The Line Becomes a River. Dispatches from the Border
Traduzione: Fabrizio Coppola

ISBN: 978-88-3389-016-6
Pagine: 263
Pubblicazione: feb 2019

16,00 € -15%
13,60 € 13.6 EUR

16,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: The Line Becomes a River. Dispatches from the Border
Traduzione: Fabrizio Coppola

ISBN: 9788833890623
Pubblicazione: feb 2019

9,99 € 9.99 EUR

9,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Le recensioni della stampa

Tiziana Lo Porto - Robinson - la Repubblica

Intervista a Francisco Cantú.
Leggi

Giuliano Milani - Internazionale

L'autore riesce a far capire quanto sia facile che accanto a noi una tragedia si consumi ogni giorno.
Leggi

Corrado Augias - Il Venerdì di Repubblica

L'autore racconta che cosa succede in quei chilometri che separano un apparente eldorado da un paese in crisi perenne.
Leggi

la Regione Ticino

Una risposta più che problematica alla politica di Trump.
Leggi

Paolo Caloni - La Balena Bianca

È possibile che l’idea di confine sia strettamente collegata alla condizione dell’essere umano?
Leggi

Tiziana Lo Porto - Linus

Un'opera struggente, onesta e così bella da meritare un posto tra i migliori reportage scritti e pubblicati in questo millennio.
Leggi

Simona Maggiorelli - Left

Storie di ordinaria e straordinaria umanità e resistenza dei migranti centroamericani, lungo la barriera tra USA e Messico.
Leggi

Letizia Giangualano - Alley Oop - Il Sole 24 ORE

Che cosa vogliamo proteggere veramente quando proteggiamo una frontiera? Conosciamo il prezzo da pagare per questa protezione?
Leggi

Flavia Fedele - Mar dei Sargassi

Un’accurata ricostruzione di ciò che è successo negli anni fino a oggi.
Leggi

Matilde Quarti - Esquire

L’idea che rimane, alla fine, è una: le migrazioni esistono e non le può impedire nessuno.
Leggi

Eugenio Giannetta - Avvenire

I libri più riusciti, di solito, sono quelli che trasmettono un'urgenza. Capita raramente di imbattersi in libri che ne trasmettono addirittura due.
Leggi

Alessandro Mantovani - Nido

Un’esperienza infernale,raccontata da Cantú in tre parti, seguendo le fasi del servizio, dall'arruolamento all'abbandono delle attività.
Leggi

Left

Il libro che smonta la violenta demagogia di Trump sul muro.
Leggi

Elisabetta Favale - Linkiesta

Una sorta di memoir degli anni trascorsi a fare la guardia di confine.
Leggi

Fabrizio Coppola - Il blog di Fabrizio Coppola

Il libro di Francisco Cantú raccontato dal suo traduttore italiano, Fabrizio Coppola.
Leggi

Tiziano Rugi - Minima&moralia

Una riflessione documentata sugli orrori sofferti dai migranti messicani, che non può non toccare la coscienza anche di un lettore europeo.
Leggi

Il libraio

Da questo libro la risposta al muro che Trump vuole al confine con il Messico.
Leggi

Geraldine Meyer - L'Ottavo

Un racconto impietoso, pieno di umano dolore.
Leggi

Vins Gallico - Il Fatto Quotidiano

"Solo un fiume a separarci" tra le sorprese del 2019.
Leggi

Gabriele Ottaviani - Convenzionali

L'autore dipinge con prosa di rara potenza l’umanità bisognosa e intrisa di speranza.
Leggi

La Biblioteca di Montag

Un memoir di orrore e raccapriccio araverso il quale si vede in trasparenza di che materia è faa la banalità del male.
Leggi

- Radio Zammù

Giuseppe Lorenti racconta "Solo un fiume a separarci" di Francisco Cantú.
Listen

- Sky TG24

Intervista a Francisco Cantú.
Guarda

Andrea Billau - Radio Radicale

Di frontiere, migranti e normalizzazione della violenza: intervista a Francisco Cantú.
Guarda