Scrivere per salvare una vita

La storia di Louis Till

Nel 1955 il quattordicenne Emmett Till lasciava la sua casa di Chicago per andare a far visita ai parenti in Mississippi. Sarebbe tornato alcune settimane dopo, cadavere: ucciso nel modo più barbaro perché, così avrebbero sostenuto i suoi carnefici, aveva fischiato a una donna bianca. La madre di Emmett, Mamie, decise di lasciare la bara aperta perché tutto il mondo vedesse che cosa era stato fatto a suo figlio, e la vicenda – come pure il processo che ne seguì – trovò spazio su tutti i giornali, a livello nazionale, facendo di Emmett Till e della sua morte un’icona della stagione dei diritti civili.
Se la storia di Emmett è ben nota, c’è però un lato oscuro nel passato della sua famiglia, che viene menzionato solo di rado. Dieci anni prima, nel 1945, il padre di Emmett, Louis Till, era stato condannato a morte da una corte marziale per stupro e omicidio, e infine impiccato.
In Scrivere per salvare una vita, John Edgar Wideman parte alla ricerca di Louis Till, una vittima silenziosa della (in)giustizia americana. E ricostruisce con un misto di malinconia e rabbia la doppia tragedia di un padre e di un figlio, raccontandone le storie insieme per la prima volta. Come già in Fratelli e custodi, un’accurata ricerca storica si fonde a ricordi personali e slanci immaginativi, portando il memoir a vette difficilmente eguagliabili e tessendo un dialogo insieme doloroso e salvifico tra vivi e morti, passato e presente.


Titolo originale: Writing to Save a Life. The Louis Till File
Traduzione: Dora Di Marco

ISBN: 978-88-3389-163-7
Pagine: 239
Pubblicazione: gen 2021

17,00 € -5%
16,15 € 16.15 EUR

17,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: Writing to Save a Life. The Louis Till File
Traduzione: Dora Di Marco

ISBN: 9788833892436
Pubblicazione: gen 2021

9,99 € 9.99 EUR

9,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di John Edgar Wideman:

Le recensioni della stampa

Paolo Petroni - Ansa

Un libro particolare, intenso e scritto con un bel ritmo e una costruzione a suspense perché è un po' racconto, un po' indagine tra lo storico e il giornalistico, un po' romanzo e un po' memoir.
Leggi

Silvia Gusmano - L'Osservatore Romano

Uno spaccato lucido e terribile su cosa abbia significato, e significhi tuttora, essere una persona di colore negli Stati Uniti.
Leggi

Il Libraio

Unisce un’accurata ricerca storica sulla tragica storia di un padre e di un figlio a intensi ricordi personali.
Leggi

Gianni Montieri - HuffPost

Ripesca dal passato due storie e ce le restituisce non solo per desiderio di giustizia e di verità, ma per desiderio di mostrarci altre facce della medaglia.
Leggi

Marco Bruna - La Lettura - Corriere della Sera

John Edgar Wideman ricostruisce la storia del padre di Emmett, Louis Till, impiccato per stupro e omicidio dieci anni prima dell'assassinio del figlio, nel 1945.
Leggi

Alberto Anile - Robinson - la Repubblica

È letteratura che indaga, negli scartafacci dei tribunali e nel fondo delle anime, alla ricerca di una verità in nome della quale Wideman non esita a utilizzare il suo contrario, l'invenzione.
Leggi

Simona Maggiorelli - Left

Uno straordinario omaggio letterario e umano che ridà un volto a Louis, quel volto che gli fu sfregiato.
Leggi

Tiziana Lo Porto - il Venerdì di Repubblica

La vicenda è potente. Altrettanto potenti sono il modo in cui è raccontata e il sentimento che ha mosso Wideman a ricostruirla per restituirla finalmente alla Storia.
Leggi

Flavia Fedele - Mar dei Sargassi

Le pagine che compongono il libro diventano ricerca e memorie, immaginazione e giornalismo investigativo.
Leggi

il Tascabile

La storia di Louis Till: un estratto dal libro di John Edgar Wideman.
Leggi

il Fatto Quotidiano

La storia di Louis Till e suo figlio Emmett.
Leggi

Torino Cronaca Qui

Vita e letteratura quindi, di cui si discute e che cerca dolorosamente di far procedere parallele in cerca di verità e giustizia, sullo sfondo dello sfruttamento feroce dei neri nella storia american...
Leggi

il Quotidiano del Sud

Nel 1955 il quattordicenne Emmett Till lasciava la sua casa di Chicago per andare a far visita ai parenti in Mississippi. Sarebbe tornato alcune settimane dopo, cadavere.
Leggi

Angelo Cennamo - Telegraph Avenue

Wideman ha scritto un libro potente e malinconico, lo ha fatto scegliendo le parole giuste e fuori da ogni facile retorica.
Leggi