Il brigatista

Spiaggia di Castelporziano, luglio ’79. Durante il Festival dei poeti due militanti delle BR vengono arrestati in una sparatoria. Ferito, Jacopo Varega riesce a scappare dall’ospedale e a Roma si apre la più grande caccia all’uomo dai tempi del rapimento Moro. Pochi giorni dopo la giornalista televisiva Ornella Gianca riceve una telefonata: dal suo nascondiglio in un appartamento disabitato della periferia romana, Varega ha deciso di rivelare il nome di chi lo ha tradito e di raccontare, davanti a una telecamera, il decennio dell’odio, iniziato il 12 dicembre del 1969 con la strage di piazza Fontana a Milano.
Con il ritmo serrato di un thriller, tra snodi storici e intrecci sentimentali, entriamo così nella mente del brigatista per indagare le ragioni che spinsero un gruppo di giovani a imbracciare le armi e uccidere.
Questa è la storia della caccia ai brigatisti da parte degli uomini del generale dalla Chiesa, ed è la storia dell’Italia. L’Italia eversiva delle stragi e della strategia della tensione; l’Italia della cacciata di Lama dall’università; dei film poliziotteschi, dell’epidemia di colera a Napoli e della diffusione dell’eroina. L’Italia di Aldo Moro, del Commissario Calabresi, di Indro Montanelli e Gian Maria Volonté. Un Paese in cui la verità è sempre stata una contraddizione, un intrigo internazionale, ma anche una questione privata.
Alla fine del suo racconto, Varega rivelerà il nome dell’infame. Ma è andata davvero così?

ISBN: 978-88-3389-047-0
Pagine: 350
Pubblicazione: giu 2019

17,00 € -15%
14,45 € 14.45 EUR

17,00 €

In arrivo

Extra

Scarica la copertina del libro