I re della truffa

Figlia di un poliziotto polacco e di una donna italiana, V.I. Warshawski ha una piccola agenzia di investigazioni nel cuore di Chicago. Quando un certo John Thayer la contatta per ritrovare la fidanzata del figlio Peter, Warshawski crede di trovarsi davanti a un caso facile, da sbrigare in un paio di giorni. Ma le bastano poche ore di lavoro per trovare Peter assassinato, scoprire che l’uomo che l’ha ingaggiata non si chiama John Thayer e che dietro l’omicidio c’è un sindacalista poco pulito, una compagnia di assicurazioni compiacente e un gangster che non esita a farla aggredire e pestare, pur di non farle ficcare il naso dove non dovrebbe.
In questo romanzo del 1982, che ha inaugurato una delle serie poliziesche più popolari e amate in tutto il mondo, Sara Paretsky inventa un personaggio irresistibile, erede al femminile dei grandi detective hard-boiled Sam Spade e Philip Marlowe. Dura e ostinata, sarcastica e pronta a tutto pur di arrivare alla verità, circondata da uomini che, decisi a proteggerla, spesso finiscono per metterla in guai ancora peggiori, Warshawski percorre senza sosta le strade di una città spietata e crudele, amandola e odiandola ogni giorno di più.


Titolo originale: Indemnity Only
Traduzione: Luca Briasco

ISBN: 978-88-3389-190-3
Pagine: 321
Pubblicazione: nov 2020

19,00 € -5%
18,05 € 18.05 EUR

19,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: Indemnity Only
Traduzione: Luca Briasco

ISBN: 9788833892283
Pubblicazione: nov 2020

10,99 € 10.99 EUR

10,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Altri libri di Sara Paretsky:

Le recensioni della stampa

Giuditta Casale - Giuditta legge

Nello studio di… Luca Briasco, traduttore di “I re della truffa”: l'intervista.
Leggi

Umberto Rossi - Blow Up

Un vero risarcimento per il genere femminile.
Leggi

Io Donna

La prima eroina di un genere che fino al suo arrivo (nel 1982) si era nutrito solo di maschi misogini, che lasciavano alle donne la parte di ragazza innocua o di femme fatale.
Leggi

Giancarlo De Cataldo - Robinson - la Repubblica

Grazie anche a lei lo statuto del poliziesco al femminile è cambiato per sempre.
Leggi

Elio Bussolino - Rockerilla

Brillantissimo esordio nella letteratura noir - o nella fattispecie nel genere hard-boiled. Pare scritto giusto ieri.
Leggi

Marco Bruna - La Lettura - Corriere della Sera

C'è del marcio a Chicago. L'investigatrice scava: intervista a Sara Paretsky.
Leggi

Gennaro Serio - Alias - il manifesto

Un buon noir, eccentrico e spassoso.
Leggi

Michele Gravino - il Venerdì di Repubblica

Di detective private hard-boiled, nello stile del Marlowe di Chandler, se ne vedono poche.
E ancor meno se ne vedevano nel 1982, quando apparve questo romanzo.
Leggi

Marta Cervino - Marie Claire

Un romanzo da riscoprire firmato da una regina dei polizieschi.
Leggi

Luca Briasco - Domani

La scelta di “invadere” un terreno totalmente maschile come quello dell’hard-boiled e della detective story, e capovolgerne la tendenziale misoginia.
Leggi

Eleonora Aragona - MilanoNera

La scrittura e la storia creata da Paretsky sono di quelle che vi porteranno a leggere compulsivamente a letto, sul tram e a non voler lasciare il libro neanche per un secondo.
Leggi

Salvatore Argiolas - Thrillernord

Propone una trama tesa e molto realistica rispettando i “topoi” classici disponendoli in modo originale e intrigante.
Leggi

Antonio Mecca - VivereMilano

L'arrivo nella schiera dei maestri del poliziesco di donne che si cimentano da par loro con il mistery non può che venire salutato con gioia.
Leggi

Angelo Cennamo - Telegraph Avenue

Dopo Hebert Lieberman, minimum fax accende la luce su altro grosso calibro della letteratura crime americana qui in Italia poco conosciuto.
Leggi