Sotto una buona stella

Bobby è un giovane soldato che cerca di barcamenarsi sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale; non si è rivelato l’eroico guerriero che immaginava di essere, e la sua esperienza è fatta solo di paura e confusione. A casa lo aspetta la madre, Alice, che ripone in lui tutte le sue speranze e sogna, al suo ritorno, di poter cominciare una nuova vita per entrambi. La famiglia come rifugio dal mondo esterno, la famiglia come trappola, la famiglia che contribuisce nel bene e nel male a definire ciò che siamo: «Non c’è altro di cui scrivere», sosteneva Richard Yates, e ne ha scritto magistralmente anche in questo romanzo coraggiosamente bipartito, nel quale ambientazioni, riflessioni e flashback si intersecano con uno stile e una forza che richiamano alla mente, come ha detto Zadie Smith, «un montaggio fra Colazione da Tiffany e Niente di nuovo sul fronte occidentale». 

Con una prefazione di Francesco Longo. 

Leggi la prefazione di Francesco Longo su minima&moralia 

Titolo originale: A Special Providence
Traduzione: Andreina Lombardi Bom

ISBN: 978-88-7521-601-6
Pagine: 411
Pubblicazione: nov 2014

14,50 € -15%
12,33 € 12.33 EUR

14,50 €

Acquista
Titolo originale: A Special Providence
Traduzione: Andreina Lombardi Bom

ISBN: 9788875216429
Pubblicazione: nov 2014

8,99 € 8.99 EUR

8,99 €

Acquista

Extra

Scarica la copertina del libro

Le recensioni della stampa

La Contorsionista di Parole

Una storia ricca di riferimenti biografici, con due protagonisti, Alice e Robert (Bobby) Prentice, che compiono un percorso difficile e disseminato di ostacoli, con il solo obiettivo di sentirsi acce...
Leggi

Marco Denti - BooksHighway

Sotto una buona stella è un romanzo pervaso da una specie di schizofrenia, che non lo molla fino alla fine.
Leggi

Cristina Taglietti - Corriere della Sera

Yates mette in scena due grandi figure letterarie, schiacciate dai propri sogni.
Leggi

Valeria Parrella - Grazia

Torna Richard Yates, il maestro del realismo americano.
Leggi

Francesca Borrelli - Alias - Il manifesto

Squallidi, teneri e dannati, gli antieroi di Richard Yates.
Leggi

Alessandra Stoppini - Il Venerdì - La Repubblica

Le speranze deluse dell'America del Novecento.
Leggi

Giulio Silvano - Nuovi Argomenti

Libri che possono sostituire gli "psicofarmaci".
Leggi

Alberto Staiz - Wake Up

Un nuovo capolavoro.
Leggi

Oriana Mascali - Cultweek

Straordinaria voce del realismo americano
Leggi

Danilo Cucuzzo - Cabaret Bisanzio

Torna in libreria Richard Yates, autore modello per tanti scrittori.
Leggi

Pino Sabatelli - I fiori del peggio Blog

I personaggi di Yates saranno sempre ed ovunque degli inadeguati, dei fuori sincrono, degli illusi, degli inetti. Che si trovino in un salotto per stordirsi a forza di drink o su un campo di battagli...
Leggi