Sognando Babilonia

È difficile immaginare un detective più scalcinato e improbabile di C. Card. Perennemente a corto di quattrini, a caccia di prestiti ma anche di un’arma e dei proiettili con cui caricarla, ha per giunta la perniciosa tendenza ad abbandonarsi a un sogno a occhi aperti, così ricorrente da diventare quasi una vita parallela. In questo sogno, Card si ritrova nella Babilonia di Nabucodonosor, dove, naturalmente, è il re degli investigatori privati, e risolve i casi più complessi con facilità irrisoria. Questo sistema di vita, pigro e sognante, viene sconvolto dall’entrata in scena della più classica dark lady da film noir: una cliente piena di soldi, una sventola dagli occhi azzurri che gli propone di trafugare dall’obitorio un cadavere che scotta. Brautigan rende omaggio all’hard boiled e al noir americano degli anni Trenta e Quaranta, ma lo fa ovviamente a modo suo, alternando con miracoloso equilibrio la parodia più scatenata e l’elogio della marginalità e della timida follia sul quale ha costruito la sua fama di scrittore.

Titolo originale: Dreaming of Babylon: A Private Eye Novel 1942
Traduzione: Pietro Grossi

ISBN: 978-88-7521-930-7
Pagine: 250
Pubblicazione: lug 2018

16,00 € -15%
13,60 € 13.6 EUR

16,00 €

Acquista
Titolo originale: Dreaming of Babylon: A Private Eye Novel 1942
Traduzione: Pietro Grossi

ISBN: 9788875219963
Pubblicazione: lug 2018

8,99 € 8.99 EUR

8,99 €

Acquista

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di Richard Brautigan:

Le recensioni della stampa

Marta Cervino - Marie Claire

Ora che è tornato in libreria (era introvabile da anni) non perdetelo.
Leggi

Geraldine Meyer - L'Ottavo

Non è un mondo comodo quello di Brautigan, ma un mondo in cui le crepe del sistema vengono raccontate così, quasi con apparente vaghezza.
Leggi

Maria Anna Piatti - Casa dei Lettori

Il ritratto ironico e amaro della vera America. Quella dei perdenti e dei sognatori.
Leggi