Post punk

1978-1984

Il post punk non è un «genere» come tanti, non è la diligente coda del punk, a cavallo tra due decenni, quando la rivoluzione è finita e i giochi sono fatti; è, al contrario, la musica e il tempo in cui tutto diventa possibile. I confini cadono, i divieti sono ignorati, le regole vengono sovvertite in una sperimentazione continua, selvaggia e colta insieme. Il post punk non è retromaniaco – per usare la categoria critica che lo stesso Simon Reynolds ha creato e che si è imposta come definizione della nostra epoca – ma è il «suono» del presente e delle sue possibilità infinite. Per questo motivo, a distanza di quarant’anni, ancora appassiona e influenza. La musica degli inglesi Joy Division, P.I.L., Gang of Four e Slits, degli americani Pere Ubu, Devo, Talking Heads e di altri gruppi noti e meno noti continua a essere fonte d’ispirazione per migliaia di artisti in tutto il mondo. Con Post punk Simon Reynolds scrive il suo libro più personale e coinvolgente, mostrando l’erudizione enciclopedica, la raffinatezza d’analisi e l’abilità divulgativa che ne fanno il critico musicale più importante della nostra epoca. I suoni e le emozioni, le speranze e l’euforia escono fuori da ogni pagina e ci invitano all’ascolto amorevole di una musica e di un tempo che non può essere ripetuto ma solo reinventato.

Titolo originale: Rip It Up and Start Again. Post punk 1978-84
Traduzione: Michele Piumini

ISBN: 978-88-7521-906-2
Pagine: 776
Pubblicazione: apr 2018

25,00 € -15%
21,25 € 21.25 EUR

25,00 €

Acquista il cartaceo
Titolo originale: Rip It Up and Start Again. Post punk 1978-84
Traduzione: Michele Piumini

ISBN: 9788875219543
Pubblicazione: apr 2018

12,99 € 12.99 EUR

12,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Anteprima

Leggi un'anteprima del libro, scarica il PDF

Altri libri di Simon Reynolds:

Le recensioni della stampa

Stefano Olivari - L'Indiscreto

L'autore vuole rendere giustizia a un periodo ignorato dagli storici musicali.
Leggi

Lele Sacchi - Rolling Stone

Tra i libri musicali cult.
Leggi

Chiara Colli - Left

La rivoluzione post punk raccontata da Simon Reynolds.
Leggi

Stefano Taddei - Il Foglio

Un libro che conserva il ricordo di un periodo in cui, tramite la musica, si cercò, forse per l'ultima volta, di cambiare il mondo.
Leggi

Altreconomie

Un titolo da non perdere.
Leggi

Gianluca Paolucci - TorinoSette

Una Bibbia per tutti gli amanti del genere.
Leggi

Hamilton Santià - LinkIesta

Simon Reynolds sviscera in lungo e in largo uno dei più straordinari momenti della musica.
Leggi

Giulia Cavaliere - Esquire

Se partiamo dal grande, statuario principio secondo cui questa è soprattutto la stagione della libertà, questo potrebbe essere il libro che fa per voi.
Leggi

SentireAscoltare

Uno spaccato avvincente su uno dei periodi più creativi della musica.
Leggi

Alessio Brunialti - La Provincia

Un testo sacro. Un classico che non dovrebbe mancare nelle librerie degli appassionati.
Leggi

Gabriele Merlini - L'Indiscreto

Topografia della musica: dal post-punk a oggi, cosa ci dicono le mappe?
Leggi

Lele Sacchi - In The Mix

Simon Reynolds ospite speciale del programma.
Listen

- Radio Raheem

Simon Reynolds, ospite di Radio Raheem, racconta il post punk attraverso la musica di alcuni artisti.
Listen