Alt-America

La destra radicale nell'era di Trump

In libreria dal 19 settembre

La campagna presidenziale e la vittoria di Donald Trump hanno scioccato il mondo intero e l’emersione apparentemente inopinata di suprematisti bianchi, xenofobi, milizie armate e destrorsi leoni da tastiera sulla scena americana ha suscitato stupore nei commentatori, che faticano spesso a rintracciarne le origini e a comprenderne fino in fondo le idee politiche. In realtà, l’estrema destra negli Stati Uniti è cresciuta in modo costante sin dagli anni Novanta, trovando nell’11 settembre e nel profluvio di teorie cospirazioniste e paranoiche che ne sono derivate, e nell’elezione del primo presidente afroamericano alla Casa Bianca, le occasioni ideali per compattarsi. Il resto lo ha fatto il sostegno costante che televisione, stampa e siti online hanno assicurato a ideologi come Steve Bannon, Milo Yiannopoulos e Alex Jones, che da oggetti di dileggio si sono trasformati in veri e propri fulcri del dibattito pubblico sulla crisi e sul futuro del paese. Maestro del giornalismo d’inchiesta, David Neiwert ha studiato, incontrato, analizzato da vicino il nuovo estremismo di destra e le sue derive terroristiche, che in America, negli ultimi anni, si sono rivelate non meno pericolose e forse più attive dei vari movimenti di radice islamista. Alternando ritratti inquietanti di alcuni dei protagonisti della nuova ultradestra a un’analisi rigorosa di fatti e documenti, Alt-America ci offre un quadro al tempo stesso lucido e fosco delle pericolose derive di una nazione. O forse, dell’intera società occidentale.

Traduzione: Fabrizio Coppola

ISBN: 978-88-3389-075-9
Pagine: 550
Pubblicazione: set 2019

18,00 € -15%
15,30 € 15.3 EUR

18,00 €

In arrivo

Extra

Scarica la copertina del libro