Book published: May 2011
Book pages: 377
Translator: Michele Piumini

Press reviews

Angelita Palmigiano - Il Sole 24 Ore.com

Un'autobiografia che è un altro assolo di Copeland non sul palco ma nelle librerie.
Leggi

Gioia

La storia di chi non ha mai smesso di far musica.
Leggi

Silvia Bombino - Vanity Fair

Intervista a Stewart Copeland.
Leggi

Paolo Bianchi - Libero

Nella sua autobiografia, la storia di Copeland e del suo difficile rapporto con Sting.
Leggi

Pierpaolo De Lauro - Terra

Un decennio di rock al ritmo di Copeland.
Leggi

La Repubblica - Ed. Roma

Tutto il meglio dei Police a Roma.
Leggi

Luigina Dinnella - Conquiste del Lavoro

La vita oltre i Police.
Leggi

Pietro D'Ottavio - Trova Roma

La leggenda dei Police a Roma.
Leggi

Stewartcopeland.net

Stewart Copeland in Italia in occasione dell'uscita di "Strange things happen".
Leggi

L'Alligatore - Smemoranda

Questo libro ci fa conoscere bene uno dei migliori batteristi degli ultimi cinquant’anni e ricorda che i Police non sono stati solo Sting.
Leggi

Stefania Paradiso - Un Mondo di Italiani

minimum fax celebra il mito di uno dei musicisti più innovativi ed eclettici della scena musicale mondiale.
Leggi

Corriere.it

Il mito dei Police in Italia con la sua autobiografia.
Leggi

Barbara Tomasino - Libero

Stewart Copeland alla Casa del Jazz di Roma.
Leggi

Ansa.it

Il grande batterista a Roma.
Leggi

Alessio Nisi - Il Romanista

L'autobiografia di uno dei musicisti più innovativi della scena musicale mondiale.
Leggi

Antonio Prudenzano - Affari Italiani

Una straordinaria carriera musicale accompagnata da una vita personale altrettanto straordinaria.
Leggi

Marina Bisogno - Corriere Nazionale

Tra i titoli da mettere in valigia.
Leggi

Luca Cacciatore - Freequency

Esilaranti le pagine in cui un esordiente Copeland invia a Melody Maker lettere da finto fan per autocelebrarsi.
Leggi