Book published: February 2016
Book pages: 303
Translators: Giovanni Garbellini
Anne Meservey

Press reviews

Luca Scarlini - il manifesto

In questo libro di culto del 1972, Reed fondò l’estetica «Neo-HooDoo», in cui il mondo magico afroamericano si incontrava con la provocazione formale delle neoavanguardie, creando un’opera che suscitò...
Leggi

Francesco Troiano - l'Espresso

Originale quanto “Il pasto nudo” di Burroughs o “Arcobaleno della gravità” di Pynchon, per temi in anticipo di tre lustri su “Black Athena” di Martin Bernal, è un capo d’opera immaginifco, u...
Leggi

Luigi Onori - il manifesto

Ishmael Reed: un nome mitico per chiunque si occupi di poesia e letteratura afroamericana, di jazz, di “black culture”.
Leggi

Tiziana Lo Porto - Pixart Printing Blog

Saggista, romanziere, poeta, drammaturgo, docente a Berkeley, Harvard, Yale, Dartmouth e autore di venticinque libri, Ishmael Reed è una delle personalità più interessanti e non ignorabili dell’Amer...
Leggi

Angelo Aquaro - la Repubblica

Il romanzo che fa esplodere nell'America di Richard Nixon la stella di Reed. Trecento pagine di divertentissimo pastiche tra storia e fiction: la ricerca di un fantomatico sacro Testo, tramandato dall...
Leggi

2666 Blog

La magia sta nella capacità di Reed di combinare un pastiche che stravolge ogni aspetto delle certezze occidentali, demolendole e costringendo ogni lettore a vedere il mondo con occhi nuovi, neri, afr...
Leggi

Rossella Montemurro - Il mio tg

Ha 44 anni ma non li dimostra, complice la ricchezza di sensazioni visive e uditive – in un’inebriante sinestesia per il lettore – impregnate di Africa.
Leggi

Luca Crovi - Il Giornale

Un libro sorprendente e sperimentale. Un hard-boiled ambientato negli anni Venti ad Harlem in un'America distopica.
Leggi

Tino Mantarro - Touring Club Italiano

Un romanzo sperimentale, incisivo e spassoso che fornisce una storia alternativa della cultura afroamericana.
Leggi