Book published: March 2021
Book pages: 483
Translator: Martina Testa
Rights sold to:



Press reviews

Marco Petrelli - Alias - il manifesto

Nelle sue "storie da manicomio", la resistenza disperata nei confronti dell'assurdità della vita diventa la poetica di un'umanità destinata alla sconfitta, ma non per questo prostrata.
Leggi

Gian Paolo Serino - Il Giornale

Ogni racconto è un romanzo che non è possibile lasci indifferente, perché le sue parole sono tatuaggi sulla sua pelle.
Leggi

Fabrizia Gagliardi - Cattedrale

Tutto colloca i protagonisti in una precisione letterale spietata che però rivela tutta l’umiltà di chi ha imparato a convivere con i propri demoni.
Leggi

Lorenzo Barberis - Il Libraio

È sufficiente percorrere i primi tre scritti di questa opera per essere folgorati dalla certezza che nella penna di Jones si coagulano pericolosamente tutti i migliori – e peggiori – miti americani.
Leggi

Cristina Taglietti - 7 - Corriere della Sera

Jones sciorina tutte le sue ossessioni, le distilla con una buona dose di umorismo nero e costringe il lettore a berle tutto d'un fiato.
Leggi

Christian Raimo - Tuttolibri - La Stampa

Che libro incredibile. Cominciare a leggere Thom Jones, se non si è mai letto nulla, fa l'effetto di essere portati in pellegrinaggio nella terra della fragilità umana.
Leggi

Michele Neri - GQ

Da un maestro dimenticato del racconto, arrivato alla fama dopo un umile percorso, scopriamo una voce che la somma di innumerevoli altre.
Leggi

Gabriele Ottaviani - Convenzionali

Un talento sopraffino capace di indagare la natura umana in tutte le sue sfaccettature, dalle abiette alle sublimi. Maestoso.
Leggi

Andrea Monticone - Torino CronacaQui

C'è una prosa netta che crea voci differenti, tra la musica di una radio e il vocio nelle strade, il rumore lontano del treno della notte che passa.
Leggi

TuttoLibri - La Stampa

Un racconto inedito di Thom Jones.
Leggi