Where my home is

Stories beyond boundaries
Titolo originale: Dov'è casa mia
Book published: March 2019
Book pages: 181
Rights sold to:


Khalat, a young Syrian Kurd girl, leaves the city of Qa¯mishlı¯ to attend Damascus University; the outbreak of the war destroys her dreams but not her will of resisting the violence and rescuing her family. 

Anneke is a Danish girl with a very clear objective: to devote her life to the weakest people. A mission to Darfur makes her go beyond the boundary of altruism and afford a new difficult beginning. 

Théogène, a proud headmaster at a primary school, refuses to accept prejudices and superstitions that divide in two factions people in the refugee camp in which he lives. He will have to pay a heavy price for his coherence, with his wife Rosette. 

These are only some of the stories that Davide Coltri collected during his work and then elaborated: they testify a not yet shared present, they are universal stories, far and very close to us at the same time. Coltri has been in Iraq, Sudan, Sierra Leone, Turkey, Syria and other countries as aid worker. 

Where my home is shows civil wars and acts of terrorism but also solidarity, resistance and hope for a different life. The first two ideal places of the book are the refugee camps for who runs away from violence and the compounds for aid workers. The third and last place is the wall, the line that divides those who are considered “us” and those who stay outside. Coltri narrates the lost home and the one that one hopes to find.

Press reviews

Marta Serafini - 7 - Corriere della Sera

La guerra civile e il terrorismo. La solidarietà, la resistenza e la speranza di una vita diversa.
Racconti ispirati a storie vere.
Leggi

Maria Anna Patti - la Repubblica

Non possiamo reputarci alieni alle sventure degli altri umani: intervista a Davide Coltri.
Leggi

Alessandro Mantovani - Il Foglio

Uno stile asciutto e diretto più in debito con Steinbeck e Carver che con i maestri del racconto di viaggio.
Leggi

Anna Rita Guaitoli - Leggere:Tutti

Davide Coltri ci mette a contatto con realtà di cui sentiamo parlare, ma che rischiano di rimanere titoli dei media.
Leggi

Alessandro Mantovani - Flanerí

A un certo punto del mio percorso mi era realmente impossibile capire in quale luogo potessi sentirmi a casa - Intervista a Davide Coltri
Leggi

Cinzia Prestianni - Sul Romanzo

Nello scontro-confronto con una realtà imbevuta di dolore, violenza, sopraffazione, ingiustizie, morte, Davide Coltri continua a scrivere e a interrogare le coscienze.
Leggi

Paolo Caloni - La Balena Bianca

È possibile che l’idea di confine sia strettamente collegata alla condizione dell’essere umano?
Leggi

BookBlog

L'autore di "Dov'è casa mia" racconta la sua esperienza nel progetto "Adotta uno scrittore"
Leggi

Anna Rita Guaitoli - Leggere:tutti

Queste storie riguardano tutti.
Leggi

Il primo amore

«Khalat», il primo racconto di «Dov'è casa mia».
Leggi

Gianluigi Bodi - Senzaudio

Questo libro potrebbe aiutarvi a togliere un po’ di ruggine dall’empatia.
Leggi

Gabriele Ottaviani - Convenzionali

Davide Coltri racconta il nostro mondo, le sue contraddizioni e i suoi indomiti aneliti.
Leggi

GianLorenzo Franzì - Mangialibri

Non sono vere solo le storie che leggiamo, ma anche e soprattutto sono reali gli occhi che le hanno viste.
Leggi

Il Libraio

Davide Coltri racconta la speranza di chi ha vissuto guerre civili e terrorismo.
Leggi

Maria Anna Patti - Robinson - la Repubblica

In un romanzo che ha il sapore del reportage, Davide Coltri non perde mai di vista l'essere umano con le sue paure e le sue fragilità.
Leggi

Cristiana Saporito - Flanerì

Uno scrigno di passi raccolti come pietre, inventati soltanto dalla realtà, testimonianze di chi ha lasciato e scommesso, lottato e perduto, ma restando in piedi.
Leggi

Il Quotidiano del Sud - Irpinia

L'autore ci immerge nella difficile quotidianità in cui si trovano a vivere i popoli dei paesi africani e del Medio Oriente.
Leggi