Book published: September 2017
Book pages: 129
Translator: Luca Briasco
Rights sold to:



Press reviews

Elisabetta Agnelli - Studi Cattolici

Un libro doloroso ma permeato di bellezza, che cerca di afferrare ciò che è destinato a sparire.
Leggi

Andrea Labanca - Estetica-Mente

Un libro perfetto che fluttua tra noia e male, tra lentezza e spossatezza, tra polvere appunto e luci di stelle.
Leggi

Cecilia Monina - Flanerì

"American Dust" è, tra le tante cose, anche una rassegna di immagini vivide, depositate laddove la memoria si fa più dolorosa e vicina alla morte, e poi tirate fuori ed esorcizzate attraverso il rac...
Leggi

Paolo Simonetti - Alias - il manifesto

"American Dust" celebra l'energia dell'affabulazione, l'inventività immaginifica del narratore, il suo linguaggio avvezzo tanto all'introspezione quanto alla forzatura.
Leggi

Martino Baldi - Biblioteca San Giorgio

Quel romanzo, oltre che il più autobiografico, è forse anche il suo migliore. Sicuramente quello su cui Brautigan investe di più, se è vero, come raccontava, che la gestazione era stata lunga più di d...
Leggi

Dario Pappalardo - Robinson - la Repubblica

Questo romanzo potrebbe essere una ballata di Bob Dylan, un addio per sempre al sogno americano.
Leggi

Elisa Milani - Il Libraio

Richard Brautigan, icona solitaria della controcultura.
Leggi

Tommaso Pincio - il Venerdì

Piccola grande gemma letteraria sospesa tra il racconto lungo e il romanzo breve. La voce tenera e amara di uno scrittore.
Leggi

Eleonora Paulicelli - Tre Racconti

La capacità di Brautigan di usare situazioni paradossali per raccontare un’America che stava cambiando.
Leggi

Matteo Sarlo - West Egg

"American Dust" di Richard Brautigan e l’uso dei dettagli in letteratura.
Leggi

Antonello Saiz - Giuditta legge

Un’elegia delicata e sorprendente, in cui l’infanzia e la morte danzano insieme, avvolte nella polvere del sogno americano.
Leggi