Come finisce il libro

Contro la falsa democrazia dell'editoria digitale

Da Gutenberg in poi, abbiamo immaginato il nostro progresso intellettuale legato indissolubilmente alla «cultura del libro». Ma oggi, mentre a noi lettori capita sempre più spesso di avere in mano uno smartphone o un e-reader, sembra che questa storia secolare volga al termine, portando con sé la scomparsa dell’editoria come la conosciamo, e forse la trasformazione radicale del concetto stesso di «letteratura». Se ad alcuni sembra un’apocalisse, Amazon.com e le piattaforme di self-publishing disegnano un radioso futuro in cui il rapporto fra chi scrive e chi legge sarà più aperto, diretto, libero. Ma è veramente così? Con un’idea chiarissima di come si sta evolvendo la nostra «società della conoscenza», Alessandro Gazoia analizza lo stato presente del mondo del libro, italiano e internazionale, ed esplora i possibili scenari futuri: mettendo in guardia contro il rischio di confondere le strategie di mercato con il libero scambio di idee, e illustrando invece le autentiche potenzialità rivoluzionarie dell’editoria digitale, Come finisce il libro vuole essere il manifesto di un percorso diverso per il futuro dei libri.

Alessandro Gazoia commenta i dati sulla diffusione della lettura e l’acquisto di libri: leggi l’intervento su minima&moralia 

ISBN: 978-88-7521-576-7
Pagine: 207
Pubblicazione: mag 2014

10,00 € -15%
8,50 € 8.5 EUR

10,00 €

Acquista
ISBN: 9788875216122
Pubblicazione: mag 2014

5,99 € 5.99 EUR

5,99 €

Acquista

Extra

Scarica la copertina del libro

Altri libri di Alessandro Gazoia:

Le recensioni della stampa

Marina Grillo - Little Miss Book

Gazoia è un osservatore acuto dei mutamenti in atto che riguardano principalmente il libro.
Leggi

Salvatore Nascarella - Leggo ergo sum

Un percorso attraverso i mutamenti che stanno condizionando e ristrutturando l’editoria, è un dialogo diretto con il lettore, senza manie di protagonismo, con l’obiettivo di condividere informazioni e...
Leggi

Nicola Prinetti - L'Indice

Gazoia segnala ai lettori i pericoli di un’eccessiva ingenuità digitale, rivelando in modo impietoso alcuni degli ingranaggi editoriali nascosti dietro gli e-book.
Leggi

Giovanna Zagni - Linkiesta

Sul diventare editore di se stesso.
Leggi

Claudia Boscolo - L'Indice

Una luminosa e versatile trattazione in forma narrativa che ricapitola e chiarisce alcuni punti riguardo alla vexata quaestio dell'ìmpatto che la cultura digitale sta avendo sulla produzione letterari...
Leggi

Daniele Maria Pegorari - Incroci online

Temporanea qualità e falsa democrazia dell'editoria digitale.
Leggi

Rai Letteratura

Un tuffo nella rete.
Leggi

Stefania Parmeggiani - La Repubblica

Alessandro Gazoia, riflettendo sulle trasformazioni dell'editoria, s'interroga anche sui motivi di chi viola il copyright.
Leggi

Filippo La Porta - Left

Dopo un libro che è già un "classico" del giornalismo online, Gazoia smaschera molti luoghi comuni del self publishing e della Rete.
Leggi

Cesare Cavalleri - Avvenire

Come finisce il libro va letto non solo da chi professionalmente si trova nella filiera dell'editoria e del giornalismo, ma da tutti i lettori.
Leggi

Giuseppe Genna

Il saggio “Come va a finire un libro” è davvero una favola filosofica. Non vedo un testo veracemente voltaireano nel panorama italico, se non questo.
Leggi

Andrea Camillo - Finzioni

Perché ora "Come finisce il libro" è ormai un termine di paragone inaggirabile, per chiunque voglia mettersi a parlare di ebook, ma anche di Amazon, distribuzione, self-publishing, Wattpad e dinosaur ...
Leggi

Wired.it

Tra i 50 libri che Wired consiglia per l'estate.
Leggi

Maria Serena Palieri - L'Unità

Se siete lettori veri, e volete orientarvi in un mondo che è diventato una giungla dalle molte seduzioni, questo è il manuale.
Leggi

Silvana Mazzocchi - Repubblica.it

Il libro offre un manifesto per interpretare l’evolversi della “società della conoscenza”, l’attualità dell’universo libri, ma anche un futuro probabile, al di là dei luoghi comuni o degli spot pubbli...
Leggi

Il Lettore Digitale

Il libro di Gazoia è uno strumento utile e stimolante.
Leggi

Edoardo Brugnatelli

Leggetelo, fatelo leggere. Non diventerete dei saggi zen, ma una grossa patina di pirleria scivolerà via dalle vostre pellacce, proprio come è successo a me grazie a queste pagine affascinanti e sever...
Leggi

Stefania Parmeggiani - La Repubblica

Lucidissimo nello smascherare le strategie di mercato travestite da libertà.
Leggi

Cosimo Argentina - Conquiste del Lavoro

Il bilancio di Alessandro Gazoia sulla rivoluzione che ha investito il mondo editoriale negli ultimi anni.
Leggi

Il Post

Il tema molto attuale e molto discusso del presente e del futuro dei libri è analizzato e raccontato nel nuovo libro di Alessandro Gazoia.
Leggi

Carlo Mazza Galanti - Pagina99

Con ammirevole equidistanza tra l'elogio per le sorti progressive e la lamentazione apocalittica, Gazoia ci invita a scoprire la forza trasformativa e mitopoietica delle scritture online e dei lro add...
Leggi

Federico Novaro

Un "album" dedicato a Come finisce il libro da Federico Novaro.
Leggi

Jam Reister - Nazione Indiana

Gazoia è un osservatore acuto capace di raccontare come nei nuovi modi dell’incontro tra scrittore e lettore in rete, nell’autopubblicazione e nelle comunità di fanfiction ritroviamo dinamiche antiche...
Leggi

Affari Italiani

Il manifesto di un percorso diverso per il futuro dei libri.
Leggi

L'Eco di Bergamo

Il mondo dei libri sta mutando e questo libro lo spiega in maniera interessante e accattivante.
Leggi

Key4Biz

Come finisce il libro vuole essere il manifesto di un percorso diverso per il futuro dei libri.
Leggi

Giandomenico Cicchetti - Qculturae

Gazoia analizza al microscopio tutti questi fenomeni con uno stile discorsivo e lineare: pone in essere un lungo, serrato colloquio con il lettore, completamente godibile dall’inizio alla fine.
Leggi