Book published: October 2021
Book pages: 219
Rights sold to:



Press reviews

minima&moralia

Conversazione tra Veronica Galletta e Michele Vaccari
Leggi

Francesca Massarenti - il Tascabile

Il paesaggio geolocalizzato e insieme capriccioso di Nina sull’argine può ricordare altre operazioni di trasfigurazioni del reale in letteratura.
Leggi

Alessandro Mantovani - Il Foglio

Galletta costruisce un romanzo di formazione assolutamente disincantato, scansando ogni possibile cliché e strutturando una narrazione ambivalente, continuamente impostata da un'angolazione nebbiosa, ...
Leggi

Giuseppe Lorenti - il venerdì - la Repubblica

Con una storia che richiama la tradizione del realismo magico, tra personaggi che si muovono tra mondo dei vivi e mondo dei morti in un continuo alternarsi di presenze reali e fantasmi, Veronica Galle...
Leggi

Brunella Schisa - Il Venerdì - La Repubblica

La letteratura, per come la sento io, è territorio privilegiato di fantasmi, che danno voce alle nostre fragilità e alle nostre paure. Per Caterina le visioni nascono dalla difficoltà di tenere insiem...
Leggi

Frida Zampelli - Rai News - TGR Toscana

Intervista a Veronica Galletta: «Io la volevo sola, completamente sola all'inizio. In un luogo che non conosce fisicamente, che è lontano dalla casa in cui vive. Che non è comunque nemmeno la sua vera...
Leggi

Federica Velonà - Rai Cultura

Speciale Premio Strega 2022: Intervista a Veronica Galletta
Leggi

Graziano Graziani - Fahrenheit Rai Radio 3

Argini e acqua, potere e burocrazia, autorità e sentimenti, elementi di una storia che ci racconta il nostro paese da un punto di vista non molto esplorato, un romanzo interessante scritto con una for...
Leggi

Letizia Bognanni - Rumore

Una protagonista che porta con sé il lettore a immergersi nelle nebbie e poi a riemergerne.
Leggi

Francesca Addei - Yanez Magazine

Tra viaggi in macchina e fantasmi in grado di tenere conversazioni più autentiche di chi è ancora in vita, scorre, come un fiume, questo romanzo necessario.
Leggi

Laura Piccinini - D - la Repubblica

E dall'autrice, che ha fatto studi scientifici ti aspetti soluzioni esatte. Per poi comprendere che inevitabilmente si cambia, lei stessa è tirata, deformata dagli eventi, come un modello teorico sott...
Leggi

Orazio Labbate - La Lettura

Una donna costretta a combattere contro sé stessa, contro la spietatezza delle responsabilità, contro i suoi obiettivi di una vita e contro la sua identità sentimentale dentro un lavoro lontano dalla ...
Leggi

Marta Cervino - Marie Claire

Una storia di vulnerabilità, lavoro e fantasmi da domare.
Leggi

Libertà

Metafora e lavoro si sovrappongono continuamente, ma con lievità, intrinsecamente anche se con momenti di coscienza, nel racconto del quotidiano.
Leggi

Alessandra Tedesco - Radio24

La dedizione e l'impegno che Caterina mette in questo lavoro sono anche un modo per superare un abbandono.
Leggi

Isabella Fava - Donna Moderna

Dal passato che ritorna sempre a un futuro tutto da costruire. Nina sull'argine tra i libri per chi cerca emozioni forti.
Leggi

Alfio Squillaci - Gli Stati Generali

Romanzo in cui il linguaggio tecnico di ingegneria idraulica civile acquista risonanze fiabesche, una malia linguistica che intontisce, stordisce e irretisce.
Leggi

Paolo Petroni - Ansa

Un romanzo particolare e raro nella nostra tradizione.
Leggi

Lucia Copparoni - Il Chiasmo - Treccani

Un romanzo “fluviale”: di matematiche e calcoli per domare un corso d’acqua che può causare danno, di fiumi di sentimenti, di flussi di vite sul letto del lavoro.
Leggi

Giovanni Locatelli - Squadernauti

Il lavoro, la solitudine e la natura, questo racconta Nina sull’argine, senza conclusioni che consolano, senza nuovi amori o promozioni e scatti di carriera, in un’atmosfera di attesa e fatalismo.
Leggi

Paola Gabrielli - Noialtre

Intervista a Veronica Galletta: «La scrittura me l’ha insegnata il cantiere, la campagna, il mare, i fiumi».
Leggi

Stefano Solventi - pensierosecondario

Veronica Galletta ha questo dono: rende magnetico quello che si annoda e si scioglie dentro a personaggi impegnati a prendere coscienza di sé, ad acciuffare le redini, se possibile, della propria vita...
Leggi

Nunzio Bellassai - L'Indiependente

Intervista a Veronica Galletta: «L’argine è un’opera di difesa passiva, è qualcosa che viene costruito quando nessun altro tipo di difesa è possibile. Oggi siamo tutti più fragili, più instabili, è un...
Leggi

Monica Cartia - La Sicilia

Intervista a Veronica Galletta: «L'argine è inevitabile. E una metafora. Ho sempre saputo che l'ingegneria idraulica aveva un potere metaforico enorme e ho sempre desiderato riuscire a raccontarla anc...
Leggi

Alessandro Mezzena Lona - Arcane Storie

Costruito con assoluta sapienza tecnica e padronanza di un mestiere governato da regole precise, mai a rischio di scivolare dentro il baratro di uno sterile sfoggio di termini e dinamiche lavorative s...
Leggi

Elisabetta Bolondi - SoloLibri.net

Nina sull’argine è un romanzo che parla di morti sul lavoro, delle condizioni in cui nei cantieri malgrado la serietà delle procedure l’incidente è sempre possibile, tra gruisti esperti e maestranze r...
Leggi

Appunti di carta

È uno di quei libri che sarà bello rileggere, a distanza di tempo e a dispetto del tempo, perché invecchierà bene. Per recuperare i dettagli, cercarne di nuovi – quelle piccole dimenticanze figlie di ...
Leggi

Lucia Antista - Artslife

È una storia di personale resistenza, dove gli umori e il tempo si fondono, il privato e il pubblico si intersecano, c’è la rabbia e l’amarezza.
Leggi

Federica Velonà - Rai Cultura

All'interno dello speciale Premio Strega 2022, Federica Velonà di Rai Cultura intervista Veronica Galletta in dozzina con «Nina sull'argine».
Leggi

Claudia Bisio - ZetaLuiss

Il cantiere di cui è responsabile, la creazione di un argine su un fiume situato nella pianura padana, la mette di fronte a fantasmi del passato e presente, Caterina che rimane e Caterina che scappa, ...
Leggi

Giovanni Pacchiano - Gazzetta di Parma

Che bella sorpresa il ritorno a una letteratura sul lavoro, come se fossimo ai tempi di Paolo Volponi.
Leggi

Gino Ruozzi - Domenica - Il Sole 24 ore

Cantiere gravoso, reale e metaforico.
Leggi

Carlo Martello - Malgrado le mosche

La terza persona scelta da Galletta, e questo si avverte percettivamente di continuo, fino alla fine del romanzo, è uno schermo, uno specchio, un doppio.
Leggi

Emiliano Sbaraglia - Collettiva

Nella costruzione del romanzo, ricamata con abilità letteraria dall’autrice, trova posto anche Antonio, personaggio visibile solo nell’ombra e nella solitudine, operaio di lunga esperienza che nell’ec...
Leggi

Anna Maria Patti - Casa Lettori

Il dualismo tra forza e paura la rende umana e permette all’autrice di sviluppare un percorso introspettivo brillante.
Leggi

Laura Mollea - L'Indice dei Libri del Mese

La scrittura di Veronica Galletta è agile e asciutta, affidandosi sovente al discorso diretto libero, ma comunque capace di creare dimensioni liriche quando si sofferma sul paesaggio. È anche una scri...
Leggi

Blockmianotes

È un romanzo che non grida, che narra sottovoce fatiche e smarrimento. E responsabilità.
Leggi

Chiara Bianchi - CrunchEd

Due mondi, quello del lavoro e quello della vita, collidono e si sovrappongono. In mezzo c’è Caterina carica di belle speranze, tradita dalla realtà, salda nella sua solitudine.
Leggi

Santo Piazzese - Cooperazione

«La Sicilia è un fantasma che non ti abbandona mai»- intervista a Veronica Galletta.
Leggi

Flavia Fedele - Mar dei Sargassi

Intervista a Veronica Galletta: «È un romanzo sul dubbio. Un cantiere è costruzione e distruzione allo stesso tempo».
Leggi

Convenzionali

Un testo con una lingua brillante e avvolgente.
Leggi

I Libri degli altri

«Nina sull'argine» di Veronica Galletta nella sua lista di oggetti narrativi da leggere, guardare e ascoltare di ILDA.
Leggi

Livia Del Gaudio - In allarmata radura

Dove passa l’acqua poi ci torna, pensa Caterina ricordando un vecchio proverbio. E questo è vero per il fiume ma è vero anche per lei. Lavorare sul fiume significa lavorare per consolidare i propri ar...
Leggi

Piero Dorfles - SenzaFiltro

È un libro di atmosfere, di sentimenti contrastanti, di ambienti ostili
Leggi

Emanuela Chiriacò - Lecceprima

Intervista a Veronica Galletta: «Nina sull’argine è un libro fatto di soglie, di porte, di passaggi».
Leggi

Giuditta Casale - Giuditta Legge

Intervista a Veronica Galletta: «Volevo da una parte una lingua tecnica che descrivesse il cantiere, e dall’altra una lingua rotta, colloquiale, sporca, quasi un antilingua, per i dialoghi del quotidi...
Leggi

Agnese Caddeo - Marvin rivista

La lingua del romanzo è asciutta, montata sulla salda impalcatura del gergo tecnico. Descrive argini, prove tecniche, assestamenti, con un’aderenza al paesaggio che segue il ciclo delle stagioni. È de...
Leggi

Alessandra Chiappori - Lucia Libri

Un riuscito romanzo sul lavoro: un’inedita versione al femminile del passaggio non sempre lineare e sereno che accompagna le insicurezze personali verso la presa salda, a volte artificiale ma necessar...
Leggi

Alberto Paolo Palumbo - Magma Magazine

Nina sull’argine è un ritratto lucido e spietato di una realtà dove per sopravvivere bisogna sacrificare ogni valore, sentimento e ideale. Quella di Nina è la storia di chi trova difficile prendere de...
Leggi

Marta Occhipinti - La Repubblica_ Palermo

Tra le nuove uscite autunnali made in Sicilia anche «Nina sull'argine» di Veronica Galletta.
Leggi

Rebecca Molea - Rivista Blam

Leggere Nina sull’argine è come avere una lente d’ingrandimento su quello che ci rende umani: le sviste, i cambi di rotta, i vicoli ciechi, le sbavature e le ripartenze.
Leggi