Memorie di Adriano. La voce dell'Imperatore

dvd + libro


La foto di copertina del cofanetto è di TOMMASO LE PERA

Il dvd

Nella suggestiva e naturale sede di Villa Adriana a Tivoli, Giorgio Albertazzi è l’imperatore Adriano.
Un film-documentario per la regia di Matteo Raffaelli che scolpisce nella memoria del suo pubblico l’immagine straordinaria del grande attore, attraverso il racconto della vita, i desideri e le paure dell’Imperatore, con il quale ha stretto un rapporto ormai «molecolare».

In più, grandi contenuti extra:

• intervista a Giorgio Albertazzi;
• intervista a Maurizio Scaparro;
• intervista a Benedetta Adembri;
• documentario su Tivoli e Villa Adriana;
• finale integrale dello spettacolo.

Il libro

Dall’omonimo romanzo di Marguerite Yourcenar – 25 milioni di copie vendute nel mondo – l’adattamento di Jean Launay per uno spettacolo che in più di 18 anni di repliche si conserva come un evento imperdibile (acclamato da più di 500.000 spettatori).

Un volume prezioso con:

• le introduzioni di Dario Fo e di Maurizio Scaparro (regista dello spettacolo);
• la riproduzione delle pagine originali del copione che accompagna Giorgio Albertazzi sin dal suo debutto;
• foto storiche della rappresentazione teatrale.

Il protagonista

Giorgio Albertazzi nasce a Fiesole, il 20 agosto del 1923. Attraversa con la sua attività attorale, registica e autorale la storia dello spettacolo del nostro Paese. Debutta con la regia di Luchino Visconti nel 1956. Ricordiamo il suo storico Amleto del 1964 per la regia di Franco Zeffirelli (vincitore del Challange al Thèatre de Nation a Parigi e in cartellone all’Old Vic di Londra con ben 21 repliche ). Dirige e interpreta per la Rai-Tv, adattandone i testi, L’idiota di Dostoevskij, Il dottor Jekyll e Mister Hyde e George Sand: interpretazioni-mito che segnano la storia della televisione.
E’ protagonista del film di Alain Resnais L’anno scorso a Marienbad, premiato nel 1961 con il Leone d’Oro alla XXII Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Per il cinema scrive e dirige Gradiva, tratto da un saggio di Freud che vince un premio al Festival del Cinema di Locarno (1974).
Fonda e dirige la Compagnia Proclemer-Albertazzi.
Nell’estate 1989 interpreta, nella splendida cornice di Villa Adriana a Tivoli, Memorie di Adriano, regia di Maurizio Scaparro, tratto dall’omonimo romanzo di Marguerite Yourcenar. Lo spettacolo riscosse e continua a riscuotere un successo unanime di critica e pubblico, in Italia e all’estero.


ISBN: 978-88-7521-148-6
Pagine: 96
Pubblicazione: nov 2007

15,00 € -5%
14,25 € 14.25 EUR

15,00 €

Acquista il cartaceo

Extra

Scarica la copertina del libro

Le recensioni della stampa

Rita Sala - Il Messaggero

Adriano-Albertazzi uno e due
Leggi

Mirella Appiotti - TTL - La Stampa

Ascolto il tuo volo, aquilone
Leggi

Enrica Brocardo - Vanity Fair

Ricordo chi non ho amato
Leggi

Massimiliano Panarari - Il Venerdì

Tornano la Yourcenar e il suo imperatore
Leggi

Francesco Mannoni - Giornale di Brescia

"Con Adriano e Achab, in cerca di una sfuggente armonia"
Leggi

Il Tirreno

Potere, amore, morte: Adriano sono io
Leggi

Giulia Cerqueti - Famiglia Cristiana

<p align="justify"><b>Giulia Cerqueti - Famiglia Cristiana</b><br>Adriano tocca il cuore e la mente, reca in sé un messaggio di umanità, poesia e bellezza.<br>
Leggi

Daria Galateria - la Repubblica

La memoria inquieta di Marguerite Yourcenar
Leggi

Andrea Maioli - Il Resto del Carlino

Teatro in salotto
Leggi

Mimmo Stolfi - Gentleman

Su il sipario.
Leggi

Bresciaoggi

Albertazzi-Adriano<br>
Rapporto "molecolare"
Leggi

Gazzetta di Parma

Giorgio Albertazzi: "Adriano in scena o sono io o non esiste"
Leggi