Improvviso il Novecento

Pasolini professore con una nuova introduzione in versi

«Mi alzo alle sette, vado a Ciampino (dove ho finalmente un posto di insegnante a 20.000 lire al mese), lavoro come un cane (ho la mania della pedagogia), torno alle 15, mangio, e poi...». È il 1952, e Pier Paolo può dedicarsi alla letteratura solo «poi», nel tempo libero dall'insegnamento. Attorno agli anni ciampinesi di Pasolini e ai ricordi dei suoi alunni e dei suoi amici (Bertolucci, Cerami, Pivano) - quei primi anni Cinquanta in cui nasceva Ragazzi di vita - Meacci costruisce un libro che è al contempo saggio, reportage, diario di viaggio e racconto, e in cui trova posto un'intera teoria di figura del nostro Novecento (e non solo): Totò, Fellini, Hemingway, gli sfollati del dopoguerra, Mizoguchi, il Vangelo, Mantegna, le tradizioni contadine, Simone Martini, il comunismo, Anna Magnani, Goldrake e Happy Days, l'America, Roma, il terremoto del Friuli, la grande poesia, la «scomparsa delle lucciole». 

ISBN: 978-88-3389349-5
Pagine: 515
Pubblicazione: mar 2022

16,00 € -5%
15,20 € 15.2 EUR

16,00 €

Acquista il cartaceo
ISBN: 9788833893778
Pagine: 515
Pubblicazione: mar 2022

8,99 € 8.99 EUR

8,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro