Fulmini a Kansas City

L'ascesa di Charlie Parker

Lungamente annunciato negli Stati Uniti e attesissimo dagli appassionati di jazz, Fulmini a Kansas City è il primo capitolo della biografia che lo studioso e narratore afroamericano Stanley Crouch ha dedicato a Charlie Parker, il più grande sassofonista di tutti i tempi. Frutto di studi pluriennali, di ricerche e interviste sul campo, e animato da una prosa brillante e immaginifica, il libro ricostruisce la vita leggendaria di «Bird» negli anni che vanno dalla nascita nel 1920 fino al 1940: l’infanzia nella Kansas City dominata dalla malavita di Tom Pendergast e dallo swing delle territory bands; il rapporto con una madre iperprotettiva e allo stesso tempo troppo permissiva; il matrimonio a soli sedici anni e una paternità troppo precoce; la fascinazione per la musica, il cinema, la tecnologia, l’avventura; l’incontro drammatico con la droga; il trasferimento, infine, a New York, capitale del jazz moderno, con cui si sarebbe aperta la seconda, più matura fase della vita di Parker. A metà fra il saggio e il racconto, fra l’affresco di un’epoca e il romanzo di formazione, Fulmini a Kansas City è un vividissimo quanto inedito «ritratto dell’artista da giovane».

Titolo originale: Kansas City Lightning. The Rise and Times of Charlie Parker
Traduzione: Marco Bertoli

ISBN: 978-88-7521-603-0
Pagine: 411
Pubblicazione: nov 2014

17,00 € -15%
14,45 € 14.45 EUR

17,00 €

Acquista
Titolo originale: Kansas City Lightning. The Rise and Times of Charlie Parker
Traduzione: Marco Bertoli

ISBN: 9788875216580
Pubblicazione: gen 2015

8,99 € 8.99 EUR

8,99 €

Acquista

Extra

Scarica la copertina del libro

Le recensioni della stampa

Diego De Angelis - Rivista!unaspecie

Fulmini a Kansas City è un libro che definirei “notturno”, adagiato nell’atmosfera perduta di un’era lontana. Motivo per il quale gli aneddoti raccontati, su Parker, spesso suonano di mitologico, nono...
Leggi

Andrea Di Gennaro - Il Fatto Quotidiano

Un romanzo in musica.
Leggi

Diego Gabutti - Italia Oggi

Stanley Crouch è il Charlie Parker delle biografie.
Leggi

Luigi Onori - Il manifesto

La chiave vincente di Fulmini a Kansas City è quella di non aver perpetuato il mito del «genio e sregolatezza» ma di aver incardinato la figura parkeriana (nella sua effettiva genialità) all'interno d...
Leggi

Music Fanpage

Se amate il jazz, le biografie di minimum fax sono quello che fanno per voi.
Leggi

Piero Melati - Il Venerdì - La Repubblica

Il libro di Crouch non è solo la biografia più straordinaria sugli anni giovanili di un genio. È anche una storia dell'America.
Leggi