Pino Daniele. Terra mia

«Quando un genio della musica scompare, sull’onda emotiva si va alla ricerca affannosa di aneddoti, curiosità, tracce e materiali che possano soddisfare gli appetiti del pubblico, poco importa se veri o inventati purché possano radiografare, senza scrupoli, il mito». Terra mia, che prende l’avvio e il nome dall’omonimo primo disco di Pino Daniele di cui Claudio Poggi – l’autore di queste righe – fu il produttore, non è nulla di tutto questo. Nelle sue pagine, scritte con la collaborazione di Daniele Sanzone – voce degli ’A67,  gruppo nato a Scampia – si sviluppa invece un tributo, generoso e ricco di affetto, a un ragazzo – Pinotto, come lo chiamavano gli amici – che stava diventando uomo. Il racconto di anni ricchi di stimoli che restituiscono ai suoi fan il ventenne che scrisse capolavori come «Napul’è», «Cammina cammina», «Terra mia»: ricordi, testimonianze, avventure e sguardi che non solo ci raccontano uno dei più grandi musicisti del nostro paese, ma ci fanno attraversare parte della storia dell’intera musica italiana, immergendoci in quel magma creativo che costituì la parte felice degli anni Settanta, magnifici, struggenti e carichi di gioia.

Pagine: 140
Pubblicazione: apr 2017

16,00 € -5%
15,20 € 15.2 EUR

16,00 €

Acquista il cartaceo
ISBN: 9788875218447
Pagine: 140
Pubblicazione: apr 2017

7,99 € 7.99 EUR

7,99 €

Acquista l'ebook

Extra

Scarica la copertina del libro

Le recensioni della stampa

- Radio Libri

Gianluca Testani racconta "Pino Daniele. Terra mia" all'interno della trasmissione "Play Music" di Radio Libri.
Listen