speciale natale

Cosa legge minimum

Libri sotto l'albero

Quest'anno la nostra lista di letture muove i passi dal desiderio. Libri che vorremmo donare e libri che vorremmo ci venissero donati. Un albero di Natale immaginario sotto cui scambiarci doni e consigli. Buone letture! 


Daniele Di Gennaro

Il crepuscolo del mondo, Werner herzog, Feltrinelli.

Ogni parola scritta o detta da Herzog ha la forza di produrre pensieri e immagini sempre rivelatorie. Li senti sempre come concetti appena nati, invenzioni. Spiazzanti e anticonvenzionali. La genialità che fluisce in modo semplice, da uno che odierebbe sentirsi dare del genio. 


Luca Briasco

Billy summers, Stephen King, Sperling & Kupfer.

Il ritorno di un grandissimo scrittore alla sua forma migliore, dopo qualche anno di relativo appannamento. Un noir con i tempi lenti e meditativi del romanzo borghese; un thriller che si prende quasi 200 pagine per partire; una riflessione emozionante sulla scrittura come strumento di scoperta di se e di salvezza. E uno dei finali più intensi, crepuscolari e commoventi che io ricordi.


Fabio Stassi

Teoria della prosa, Ricardo Piglia, Wojtek edizioni.

Perché è un testo fondamentale per comprendere come si costruisce un racconto, qual è la differenza tra segreto ed enigma, quali sono le caratteristiche del genere della nouvelle o romanzo breve, che cosa è una figura dell'inizio e una della conclusione, un falso finale, il rapporto tra esperienza e significato, perché capire è raccontare di nuovo. Andrebbe adottato in ogni corso di scrittura e di lettura.


Alice spano

Chernobyl herbarium, Michael Marder, Mimesis

Da giorni torno spesso a sfogliare questo erbario di luci e ombre che mi incute una specie di reverenza; ho la sensazione l'avrei amato moltissimo anche se dentro non ci avessi trovato un archivio delle mie ossessioni la radioattività, la vita vegetale, il frammento, i fantasmi, il taglio, il fuoco... Le riflessioni e gli appunti del filosofo ambientale Michael Marder intorno al disastro di Chernobyl accompagnano le immagini dell'artista Anais Tondeur, ottenute poggiando su carta fotosensibile dei campioni di erbe radioattive cresciute nel suolo della zona di esclusione: basta raccontare il processo per intuire la potenza di queste testimonianze silenti, ma vederle è un incantesimo che trasforma il passato in futuro, la testimonianza in profezia, l'archivio in una capsula del tempo che ci raggiunge dalla nostra futura vita tra le rovine.


Carlotta Colarieti

Tango, Fulvio Risuleo e Antonio Pronostico, Coconino press

Tango si presenta come il racconto di una storia d'amore dall'estetica elegantissima e realizzata a pastello. Ma non solo.

Le evoluzioni sentimentali dei protagonisti sono lasciate al lettore tramite una mappa di incroci narrativi. E' una sperimentazione che mi incuriosisce perché ricorda quelle che si facevano un tempo, come per esempio in romanzo storico di Carla Vasio ed Enzo Mari, ma con la freschezza del book game. Un modo divertente per giocare con l'impianto della storia ma anche una trovata intelligente per raccontare le sorti  mai prevedibili - di una relazione.


Tiziana Bello

Io canto e la montagna balla, Irene Solà, Blackie edizioni

Me ne ha parlato la sua editor ungherese, durante un incontro alla Fiera di Roma. Me ne ha parlato con una tale passione che da allora non ho smesso di pensarci.


Valeria Veneruso

Orientamento, Daniel Orozco (traduzione di Emanuele Giammarco), Racconti edizioni.


Dante Impieri

Miti del nord, Neil Gaiman, Mondadori

Le vacanze sono sempre un'occasione per approfondire ciò che si lascia indietro durante le faticose settimane di lavoro. Quest'estate il caldo non mi ha dato tregua e quindi ora che è arrivato l'inverno non c'è niente di meglio dei miti del nord. Altro particolare non da trascurare è l'evidente somiglianza fisica tra me e Thor. Praticamente siamo fratelli.


Chiara Rea

Baudelaire (e Flaubert). La carne si fa parola, Giovanni Raboni, Einaudi

Per natale vorrei trovare sotto l'albero Baudelaire (e Flaubert). Curata da Patrizia Valduga e pubblicata da Einaudi, è una raccolta di scritti di Raboni sui due - per me - più grandi autori dell'ottocento (di sempre, forse? ).


Modestina Cedola

Le avventure di Pinocchio, Carlo Collodi illustrato da MinaLima, L'ippocampo.

Tornare a immaginare con un grande classico illustrato e interattivo.


Barbara Bernardini

Atlante dei paesi che non esistono più, Gideon Defoe (traduzione di Alessandra Castellazzi), il Saggiatore

Sotto l'albero vorrei trovare un libro che faccia ridere e che sia pieno di aneddoti divertenti, da raccontare a tavola durante le feste e sviare i discorsi quando improvvidamente prenderanno la via della gestione della pandemia: in questo libro sono raccontate le storie di 48 paesi che non esistono più. Sono storie disparate - perché I paesi muoiono. A volte è un omicidio. A volte è un incidente. A volte è perché, tanto per cominciare, erano troppo ridicoli per esistere - e tutte raccontate con precisione storica e umorismo, per prendere in giro e ridimensionare l'idea forse più dannosa con cui l'idiozia umana ha riempito secoli di errori storici: lo stato-nazione.


Mara Famularo

La fortezza volume 1, di Lewis Trondheim e Joann Sfar, Bao publishing

Una saga fantasy di matrice franco-belga, piena di spade, magia e ironia, ma soprattutto un fumetto sperimentale che va letto in un ordine che non coincide con quello cronologico di pubblicazione. Insomma, non solo una lettura di evasione ma anche una vera e propria quest.


Costantino Baffetti

Lo Stiehl letale (ciclo : La caduta di Shannara), Terry Brooks, Mondadori,

Si tratta del penultimo libro della saga fantasy di Shannara, l'ho cominciata quando ero adolescente e libro dopo libro, ciclo dopo ciclo sono cresciuto insieme alle parole di Terry Brooks, lo divorerò in un istante ma assaporando con piacere le avventure che hanno accompagnato la mia gioventù e ben oltre...


In evidenza