Hot! L’INCONFONDIBILE TRISTEZZA DELLA TORTA AL LIMONE | Aimee Bender | recensione

bender
 

Non siamo riusciti a resistere. Non tanto alla torta al limone quanto all’impulso di tuffarci nuovamente nella scrittura fresca e leggera di Aimee Bender. L’inconfondibile tristezza della torta al limone parte, come di consueto per la Bender, da un evento “magico”. Rose ha nove anni e il giorno del suo compleanno scopre di avere un dono particolare, è capace di sentire nel cibo i sentimenti delle persone che li hanno cucinati. Si scontra così con la tristezza che affligge la madre, con la rabbia di chi prepara i biscotti, con la fretta di chi farcisce gli hamburger. Fatica a convivere con questo suo superpotere, questa sorta di empatia culinaria che in fondo la rende diversa, incompresa e un po’ più sola.
Il dono di Rose, quello che rischia di diventare, se non un difetto, una fatica da sopportare e da cui non si può liberare è in fondo la sua qualità particolare, ciò che la rende incontrovertibilmente se stessa. E basta lasciar crollare le barriere e i muri che impediscono di comunicare per accorgersi che ognuno ha la propria qualità particolare specifica e diversa. Ma bisogna avere il coraggio di tirarla fuori e volgerla a proprio favore, per non rimanerne intrappolati.
Leggete questo libro, assaporatelo e commuovetevi.

Editore: Minimum Fax | Prezzo: 16,50

 

3 Comments

  1. Lo voglio…ora!!! I vostri consigli editoriali sono sempre grandiosi. ;-)

  2. Avevo notato questo libro (con un titolo così è difficile non farlo) tempo fa! Bella sorpresa trovare ora la recensione!

Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *