Rassegna Stampa

di Riccardo Falcinelli e Marta Poggi Clarabella.com 28 marzo 2007

Quante facce ha una persona? Qualche risposta oppure ulteriori dubbi ce li può fornire CardiaFerrania un romanzo noir, molto particolare, perché è realizzato a fumetti. Però non ha nulla a che vedere con l'edulcorato mondo di Topolino, oppure con la realtà dei supererei. Questo è un romanzo che ha scelto l'illustrazione come mezzo narrativo.
È la storia di una donna, Cardia Ferrania, che vuole ricominciare da capo la sua vita, vuole seppellire il suo vecchio io e iniziare da zero. Ma purtroppo tutto ciò che ci appartiene e che buttiamo fuori dalla porta non fa altro che ritornare dalla finestra. Quello che Cardia ha eliminato di sé - una sua fotocopia in posa assassina - si aggira pericolosamente per la città compiendo terribili misfatti. Gli elementi del noir ci sono tutti: illustrazioni in bianco e nero, una dark lady fredda e sanguinaria che ha bisogno di uccidere per vivere, l'eterna sigaretta tra le dita di Cardia, i capelli di Cardia tinti di biondo ma corti (giusto un ammodernamento rispetto all'icona classica).
Il romanzo è anche un gioco che contiene citazioni che si rifanno alla tradizione del genere noir: la fotocopiatrice marca "Bacall", in onore della più grande attrice di ruoli da dark lady: Lauren Bacall, illustrazioni che ripropongono l'angolazione della scena nella doccia del film di Hitchcock "Psycho", ma non è solo questo, è soprattutto una riflessione di fronte all'infinito spettro di personalità che ognuno di noi contiene.
Alla fine del romanzo, il lettore trova la sagoma di Cardia Ferrania formato bambola di carta, che può' essere fotocopiata e rivestita del suo lungo abito nero a tubino. Vi sconsiglio di realizzare questo gioco, chi ci assicura che questa sia una bambola di carta innocua e non una continuazione della storia che abbiamo appena letto? Possiamo veramente essere certi che questa bambola fotocopiata non si trasformi in una spietata assassina?
Buona lettura.