Rassegna Stampa

di Annalisa Tantini Whipart.it 10 ottobre 2007

Si apre il libro e si entra nel mondo cartoon.
Una graphic novel per deridere e bistrattare i vizietti umani. Per raccontare satiricamente il populino in tutta la sua falsa ipocrisia e in ogni infantilismo umano, pungendolo sul vivo e mimando con ironia tutti quegli atteggimanti che scorrono sotto gli occhi per poi rientrare inosservati nel conformismo della normalità quotidiana.
Il dito è puntato contro le piccole credenze, le isterie collettive, le fantanotizie mediatiche: una perlustrazione acida di quello che siamo diventati. E' questo popolo con le sue paure, con la sua politica fantoccia, con le manie di gandezza e sovraumanità, che si presta ad essere raccontato in modo figurato nelle novelle diabolicamente studiate dalla coppia Riccardo Falcinelli-Marta Poggi.
Sette storie, stesso numero dei peccati capitali. Sette simpatiche bestiole come attori metaforici a mettere in scena la società senza giri di parole, ma con la sola forza delle immagini che mira diretta al bersaglio, per ridere amaramente e al tempo stesso riflettere sulla patologia dei difetti contemporanei...
Un suino gigante varca le porte di Roma; una blatta si sveglia santificata e fa scattare una psicosi planetaria; una mosca si aggira istericamente sproloquiando contro la sporcizia della realtà; il rampollo di una casta industriale sposa una pantegana battezzata "la zoccola"; una talpa che dalla sua fortezza interrata al centro del mondo guarda i cambiamenti senza comprenderli, sentendosi aliena alla grandezza sovrastante e imperturbabile dalle sciagure che accadono là dove c'è luce...
Il risultato è un'espressione pungente delle nostre debolezze e tic quotidiani per canzonare più o meno allegramente i tempi moderni, ripercorrendo la tradizione satirica d'Esopo.
Non gatti, non cani, non ci sono tigri o leoni, ma solo topi di fogna, nutrie, pecore e talpe con la corona: con linguaggio simbolico che poco lascia all'immaginazione, sfogliamo le pagine che ci assomigliano e ci fanno vergognare.
Poche virtù e tanti vizi gettati sulla carta.
Poche parole ermetiche e immediate: un fumetto di 220 pagine, a raccontare temi sproloquiati troppe volte attraverso artificiosismi letterari inefficaci per la memoria di chi non vuole vedere.

Ironici, istrionici, pungenti, Riccardo Falcinelli e Marta Poggi sono al loro terzo lavoro insieme.
In seguito al racconto "Il maiale" (La qualità dell'aria, minimum fax 2001), sono autori a quattro mani delle graphic novel Cardiaferrania (minimum fax, 2001) e Grafogrifo (Einaudi, 2004).