Novità  

JAZZ EVIDENCE, la rassegna che il circolo Arci MONK di Roma dedica a questo straordinario genere musicale, entra nel vivo con una serie di appuntamenti che segnano questo avvio del 2016. JAZZ EVIDENCE è un punto di osservazione sul jazz contemporaneo e sulle influenze che portano avanti e indietro continuamente le lancette dell’orologio di questa espressione musicale senza tempo e confini, né culturali né tantomeno geografici, interraziale per definizione, sempre un passo avanti rispetto a tutti gli altri generi musicali. 

 

Protagonisti eccezionali, italiani e stranieri, animeranno questo spazio polivalente tornato a brillare nel quartiere popolare di Portonaccio e che in poco più di un anno è divenuto punto di riferimento di proposte culturali che non si limitano alla sola musica. 

Il programma completo

minimum fax live: il progetto

 

minimum fax live è un’associazione culturale che ricerca, produce e promuove letture teatrali in concerto.

Nei diciotto anni di attività della casa editrice minimum fax, l’ideazione di questi spettacoli dal vivo ha accompagnato costantemente la produzione editoriale.

Attraverso la forma del reading/concerto, che sta conquistando la dignità di genere teatrale, proponiamo la condivisione collettiva del testo offrendo al pubblico una forma diversa di fruizione del repertorio emozionale della letteratura.

I testi di Raymond Carver, Leonard Cohen, Charles Bukowski, Richard Yates, Carlo D’Amicis, le inchieste giornalistiche della collana Indi sono stati letti dal vivo da Giorgio Albertazzi, Alessandro Haber, Sergio Rubini, Paolo Calabresi, Manuela Mandracchia, Fabrizio Gifuni, Gioele Dix, Filippo Timi, Dario Cassini.

Ad affiancarli grandi jazzisti italiani e internazionali: Enrico Rava, Lee Konitz, Roberto Gatto, Furio Di Castri, Maurizio Giammarco, Antonello Salis, Fabrizio Bosso, Marco di Gennaro.

Attraverso la contaminazione dei diversi linguaggi – letteratura, musica, teatro e cinema (con la proiezione a volta dei film tratti dai romanzi letti)  – si crea inevitabilmente una contaminazione di pubblico: oltre al pubblico teatrale, quello dei lettori e degli appassionati di jazz e di cinema.

La selezione dei testi precede la ricerca del loro lettore naturale. Ogni attore coinvolto è quello che, più di altri, può interpretare quel determinato autore. Ogni musicista suona sui testi dello scrittore che più lo ispira. L’attività di ricerca tra letteratura, musica e teatro ha l’obiettivo di associare ad ogni testo quella voce e quella musica che, più di ogni altra, ne esalti le qualità.

Google+