Pino Daniele. Terra mia

Un disco di debutto che, a riascoltarlo oggi, fa ancora venire i brividi.
dalla nota di Gino Castaldo

«Quando un grande della musica scompare, sull’onda emotiva si va alla ricerca affannosa di aneddoti, curiosità, tracce e materiali che possano soddisfare gli appetiti del pubblico». Questo libro, che prende l’avvio dal primo disco di Pino Daniele, Terra mia, nel quarantesimo anniversario della sua pubblicazione, è molto di più. Nelle pagine scritte da Claudio Poggi, il produttore del disco, con la collaborazione di Daniele Sanzone – voce degli 'A67, gruppo crossover nato a Scampia – si sviluppa invece un tributo, generoso e ricco di affetto, a un ragazzo – Pinotto, come lo chiamavano gli amici – che stava diventando uomo. Anni ricchi di stimoli che restituiscono ai suoi fan il ventenne che scrisse capolavori come «Napul’è», «Cammina cammina», «Terra mia»: ricordi, testimonianze, avventure e sguardi che non solo ci raccontano uno dei più grandi musicisti del nostro paese, ma ci fanno attraversare parte della storia dell’intera musica italiana, immergendoci in quel magma creativo che costituiì la parte felice degli anni Settanta, magnifici, struggenti e carichi di gioia.

Con una nota di Gino Castaldo 

Le recensioni della stampa

Antonio Tricomi - la Repubblica - Napoli
Per Claudio Poggi il senso di quell'incontro conserva una profondità imperscrutabile, una delicatezza e una fragilità che quasi fanno male. La bellezza del libro sta proprio nel candore e nel'ingenuità con cui Pino e Claudio vivevano quei giorni.
continua la lettura
Federico Vacalebre - Il Mattino
Senza pettegolezzi, senza colorire troppo il tono, anzi con stile piano, vediamo crescere Pinotto sino a diventare Pino, sino a litigare con il produttore per una divergenza su una campagna promozionale, su strategie di lancio. I due erano giovani e capatosta, un diverbio divenne una rottura.
continua la lettura
la Repubblica - Napoli
40 anni di "Terra mia", esce il libro di Daniele Sanzone e Claudio Poggi
continua la lettura
Il Messaggero
Poggi e Sanzone omaggiano il cantautore attraverso pagine di ricordi.
continua la lettura
Il Giornale d'Italia
“Pinotto” diventa uomo: vita e musica di Daniele. In uscita un volume in presa diretta di Poggi e Sanzone.
continua la lettura
Prezzo copertina
16 €
- sconto 15%
13,60 €

ISBN
978-88-7521-788-4

Pagine
113

Pubblicazione
aprile 2017



Ti consigliamo anche

Paul Zollo
Rock Notes Rock Notes è una panoramica a 360 gradi sulla musica più emozionante di...
Tom Waits
Il fantasma del sabato sera Una miscela di umorismo, visionarietà e disincanto inconfondibilmente (e...
Chet Baker
Come se avessi le ali Finalmente una leggenda del jazz si racconta
Stanley Crouch
Fulmini a Kansas City «Come un assolo di Charlie Parker, Fulmini a Kansas City incendia la ment...
James Brown
I feel good «Spavaldo e spettacolare: James Brown canta e strepita anche scrivendo la sua...
Duke Ellington
La musica è la mia signora «La storia di un uomo che ha vissuto fi no in fondo, che si è realizzato pienamente...
John F. Goodman
Mingus secondo Mingus «Un libro come non se ne sono mai visti nella storia del jazz». Nat...
Miles Davis, Quincy Troupe
Miles. L’autobiografia Un eccezionale contributo alla letteratura jazzistica.
Larry Sloman
On the road with Bob Dylan Il racconto della più celebre tournée di tutta la storia del rock.
Stewart Copeland
Strange Things Happen L'autobiografia del batterista dei leggendari Police, Stewart Copeland, che insieme a Sting...
Count Basie, Albert Murray
Good morning blues Dopo Miles Davis, John Coltrane, Duke Ellington, Ray Charles, James Brown, minimum fax continua a...
Google+