Senza pelle

Una scrittrice di straordinario talento.
Jonathan Franzen

Senza pelle è stato inserito dal New York Times tra i 100 libri del 2014
 

Tiffany e Stephen, due giovani americani, si trasferiscono a Berna subito dopo il matrimonio. Un incidente d’auto dà il via a un concatenarsi di eventi destinati a cambiare le loro vite, specialmente quella di Tiffany. Arrabbiata, sexy e scostante, la donna si lascia vivere con spirito cosmopolita attraverso l’Europa, senza essere fedele a nessuno, nemmeno a se stessa. Arrivata a Berlino, si tuffa in un turbinio folle di scienziati, subculture, ONG ambientaliste e relazioni extraconiugali, muovendosi in ambienti dove si può parlare di birdwatching prima e organizzare un atto di eco-terrorismo subito dopo. Intrappolata tra una svogliatezza innata e la ricerca ossessiva di un obiettivo che dia senso alla sua esistenza, Tiffany cambia pelle e identità, cercando la propria definizione e la risposta alla domanda che la insegue nelle sue infinite fughe: gli esseri umani sono soltanto creature che «mangiano e si riproducono»? Saranno forse proprio gli uccelli, animali inafferrabili e meravigliosi, a indicarle la via e insegnarle cosa voglia dire vivere e amare. Nell Zink scrive un romanzo intimo e politico insieme, che cattura lo spirito del mondo di oggi, e lo fa con una prosa selvaggia e divertente, creando una figura di intellettuale feroce, sfrenata e spiazzante, destinata a far sentire la propria mancanza dopo l’ultima pagina.

La traduttrice Anna Mioni intervista Nell Zink: leggi lo speciale

Le recensioni della stampa

Giovanni Turi - Vita da Editor
Senza pelle: intervista alla traduttrice Anna Mioni.
continua la lettura
Valentina Accardi - La Biblioteca di Babele
La scrittura di Nell Zink, grazie anche alla traduttrice Anna Mioni, è fluida, il libro si legge molto rapidamente e poi la storia coinvolge tanto, ci vuole un attimo ad immedesimarsi completamente nel personaggio di Tiffany.
continua la lettura
Sabina Rizzardi - Libreria Marco Polo
Una scrittura decisa e brillante.
continua la lettura
Gaia Tarini - Barta
È una lingua chiara quella di Nell Zink, razionale e squadrata come la sua protagonista. Un romanzo carismatico.
continua la lettura
Marina Bisogno - Gli Stati Generali
Rapporti di coppia sfilacciati, solitudini incolmabili, donne in fuga da mariti distratti e egoisti, non senza una buona dose di autoironia, giusto per contenere le degenerazioni di un esistenzialismo postmoderno che alla lunga potrebbe risultare soffocante nella sua esattezza.
continua la lettura
Camilla Ronzullo - Zelda was a writer
Selezionato dal New York Times come uno fra i 100 migliori libri del 2014, è scritto da una donna e parla, con un linguaggio denso e selvaggio, di una donna alla ricerca di un nuovo senso di sé.
continua la lettura
Elisabetta Sala - Tu Style
La Zink di «Senza pelle» è una sorpresa.
continua la lettura
Gabriele Ottaviani - Convenzionali Blog
Una scrittura affilata, brillante, magnifica. Da non perdere.
continua la lettura
Chiara Ruggiero - Librofilia.it
"Senza pelle" è una perfetta allegoria sia di un matrimonio destinato a naufragare e sia di questa nostra società moderna.
continua la lettura
L'Unione sarda
Freschi di stampa: Senza pelle di Nell Zink
continua la lettura
Cecilia Manfredi - Players Magazine
Un’esperienza di lettura piacevole grazie alla rapidità e alla brevità del testo, e all’evidente presenza di un intelletto pronto ed erudito alla base di tutto.
continua la lettura
Silvia Cardinale Pelizzari - Finzioni Magazine
Di lei Jonathan Franzen ha detto: “È una scrittrice di straordinario talento”. Se questo non dovesse bastare, si sappia che Senza pelle è stato inserito dal New York Times tra i 100 libri del 2014.
continua la lettura
Flavio Boscatto - Ecopolis
La scrittura in soggettiva di Senza Pelle, malgrado si avverta un certo cinismo e disincanto, rimane ad ogni modo brillante e piuttosto divertente. Un’autrice, Nell Zink, da seguire.
continua la lettura
Prezzo copertina
16 €
- sconto 15%
13,60 €
Prezzo copertina
7,99 €

LIBRO
EBOOK
Titolo Originale
The Wallcreeper

Traduzione
Anna Mioni

ISBN
978-88-7521-710-5

Pagine
164

Pubblicazione
aprile 2016


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Kerry Hudson
Tutti gli uomini di mia madre Il divertente e disarmante romanzo d’esordio di Kerry Hudson
John McGahern
The Dark Il Cechov irlandese. The Guardian
Donal Ryan
Il cuore girevole Vincitore del Guardian First Book Award e dell’Irish Book Awards come miglior debutto e...
Jonathan Miles
Scarti «Un libro gioioso, divertente, imprevedibile, in cui a tutti i personaggi è...
Véronique Ovaldé
La sorella cattiva Oltre 50.000 copie vendute in Francia!
Jennifer Egan
La fortezza Dall’autrice Premio Pulitzer di Il tempo è un bastardo
Aimee Bender
La maestra dei colori Dall’autrice di L’inconfondibile tristezza della torta al limone
Teddy Wayne
La ballata di Jonny Valentine Immaginate Il giovane Holden con Justin Bieber come protagonista: ecco il romanzo pop...
Ben Fountain
È il tuo giorno, Billy Lynn! Finalista al National Book Award 2012 e vincitore del National Book Critics Circle Award
Mary McCarthy
Ricordi di un'educazione cattolica La sferzante autobiografia di una grande intellettuale americana.
Dana Spiotta
Versioni di me Segnalato fra i migliori libri dell’anno da New York Times • Washington...
Jennifer Egan
Guardami Dall’autrice Premio Pulitzer di Il tempo è un bastardo.
Mary McCarthy
Gli uomini della sua vita Nel centenario della nascita, torna in libreria il primo romanzo di una...
Catherine O'Flynn
Ultime notizie da casa tua Dall’autrice di «La bambina che sapeva troppo», un romanzo...
Jennifer Egan
Il tempo è un bastardo Vincitore del premio Pulitzer 2011: il libro americano dell’anno. 
Aimee Bender
L’inconfondibile tristezza della torta al limone Mescolando il realismo psicologico e la fiaba, la scrittura sensuale di Aimee Bender torna a...
Sam Lipsyte
Chiedi e ti sarà tolto Assalto feroce ed esilarante al mito del denaro e del successo, satira irresistibile sul mercato...
Georgina Harding
Il gioco delle spie Un’appassionante storia di spionaggio e un ritratto del mondo adulto visto dai bambini, ma...
Google+