Improvviso il Novecento

Pasolini professore

Giordano Meacci ospite di Concita De Gregorio a Pane quotidiano (Rai 3): guarda la puntata

«Mi alzo alle sette, vado a Ciampino (dove ho finalmente un posto di insegnante, a 20.000 lire al mese), lavoro come un cane (ho la mania della pedagogia), torno alle 15, mangio, e poi...» È il 1952, e Pier Paolo Pasolini può dedicarsi alla letteratura solo «poi», nel libero dall’insegnamento. Attorno agli anni ciampinesi di Pasolini e ai ricordi dei suoi alunni e dei suoi amici (Bertolucci, Cerami, Pivano) – quei primi anni Cinquanta in cui nasceva Ragazzi di vitaMeacci costruisce un libro che è al contempo saggio, reportage, diario di viaggio e racconto, e in cui trova posto un’intera teoria di figure del nostro Novecento (e non solo): Totò, Fellini, Hemingway, gli sfollati del dopoguerra, Mizoguchi, il Vangelo, Mantegna, le tradizioni contadine, Simone Martini, il comunismo, Anna Magnani, Goldrake e Happy Days, l’America,Roma, il terremoto del Friuli, la grande poesia, la «scomparsa delle lucciole».

Le recensioni della stampa

Maria Lombardo - La Sicilia
"La provincia è periferia ma è anche un modo di raccontare il mondo": intervista a Giordano Meacci.
continua la lettura
I fiori del peggio
Una voce dolce e carezzevole quella di Meacci, che è riuscita a dare “sostanzialmente forma” agli ologrammi che abitano la memoria dei testimoni, dei reduci, dei sopravvissuti, di un Novecento che, alla luce di questi nostri tempi così miseri e malandati, sembra molto più lontano di quanto in realtà sia.
continua la lettura
Critici per caso
Meacci on the road, microfono alla mano registra in uno straordinario racconto corale anche le voci degli amici, le atmosfere del tempo, i libri, i film, le celebrità, gli intellettuali che ebbero la ventura di essere vicini a Pasolini trentenne da poco inurbato, ancora ignoto, prof rigorosamente precario per sbarcare il lunario.
continua la lettura
El País
La herencia libertaria del maldito Pasolini.
continua la lettura
Pane Quotidiano
Il ricordo del poeta, regista e scrittore attraverso la sua esperienza di maestro a Ciampino raccontata da Giordano Meacci.
continua la lettura
Mangialibri
Le testimonianze degli ex allievi di Pasolini e di chi per un motivo o per l’altro gli è stato vicino negli anni dell’insegnamento alle scuole medie di Ciampino sono incardinate in un flusso di coscienza sulla vita privata di Meacci, con le sue riflessioni (e quelle dei suoi interlocutori più illustri) sulla contemporaneità o sull’opera e la vita di Pier Paolo Pasolini.
continua la lettura
Paolo Di Paolo - La Repubblica
Ciampino, il mondo nell'aereoporto e le memorie del professor Pasolini.
continua la lettura
Piero Gelli - TTL tuttoLibri - La Stampa
Pasolini nei ricordi dei suoi studenti: un professore che ha lasciato il segno
continua la lettura
Barbara Palombelli - la Repubblica
Quando Pasolini faceva il professore
continua la lettura
Prezzo copertina
15 €
- sconto 15%
12,75 €
Prezzo copertina
6,99 €

LIBRO
EBOOK
ISBN
978-88-7521-697-9

Pagine
442

Pubblicazione
ottobre 2015


Rights
view details


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Giordano Meacci
Il Cinghiale che uccise Liberty Valance Finalista al Premio Strega 2016
Bernard Malamud
Per me non esiste altro Le riflessioni di un grande del Novecento sull’arte di scrivere storie
Autori vari
La qualità dell'aria Per la prima volta in edizione tascabile, l’antologia italiana di minimum fax che ha...
Christian Raimo
Le persone, soltanto le persone Una raccolta di racconti che piacerebbe ad Alice Munro. Amori, tradimenti, riconciliazioni. Un...
Virginia Woolf
Spegnere le luci e guardare il mondo di tanto in tanto La scrittura secondo Virginia Woolf in una raccolta di citazioni dalle sue lettere
Gian Carlo Ferretti, Giulia Iannuzzi
Storie di uomini e libri Un percorso affascinante tra le politiche, le pratiche, gli orientamenti delle case editrici che...
Raffaele La Capria
Novant'anni d'impazienza Un maestro della letteratura italiana si racconta
Francesco Pacifico
Seminario sui luoghi comuni Finalmente il manuale di scrittura che mancava!
Flannery O'Connor
Sola a presidiare la fortezza Torna in una nuovissima edizione, arricchita con lettere inedite, un epistolario...
Fabrizio Gifuni, Giuseppe Bertolucci
Gadda e Pasolini: antibiografia di una nazione Due spettacoli di Fabrizio Gifuni che mettono in scena il suo e il nostro rapporto di...
Zadie Smith
Perché scrivere Dall’autrice best seller di «Denti bianchi» un agile e autorevole pamphlet sul...
James Joyce
Scrivere pericolosamente Una raccolta di appunti, saggi e lettere che offrono per la prima volta una panoramica completa...
Eudora Welty
Come sono diventata scrittrice Un’indagine acuta e piena di grazia sul rapporto che lega il vissuto, l’esperienza e...
Edmund White
La doppia vita di Rimbaud Vincitore del Premio Letterario Internazionale MondelloQuella di Arthur Rimbaud è una vita...
Giordano Meacci
Tutto quello che posso Finalista al Premio Letterario Montà d'Alba - C.CocitoPerché a Salisburgo, nel 176...
Google+