Undici solitudini

Dopo la pubblicazione di Revolutionary Road, il primo romanzo di Richard Yates, il critico americano Alfred Kazin scrisse: «Questo romanzo riassume la nostra epoca con più spietatezza di ogni altro, ma anche con più pietà». Le undici storie qui raccolte presentano un altro momento della stessa ricerca e contengono forse quanto di più definitivo Yates abbia mai scritto: in ogni racconto non si potrebbe dire di più con meno parole, perché si intuisce sempre che è accaduto molto più di quanto è detto. La lezione di Hemingway – l'essenzialità della scrittura – è qui portata alle sue estreme conseguenze grazie alla capacità di far scaturire il significato di un’esistenza da un semplice fatto illuminante. I personaggi di Yates (impiegati mitomani, ragazzi disadattati, reduci senza gloria, coppie sprofondate nel mutismo postmatrimoniale) possono sembrare tratti da un libro di sociologia; ma un dialogo esatto, un ritmo infallibile, l'attenzione discreta ai particolari li rendono assolutamente unici, inconfondibili e perciò stesso universali.

Le recensioni della stampa

Michele Nenna - Casa di Ringhiera
Nelle sue vesti di abile riproduttore di una realtà dura da sopportare, ha descritto in questi undici racconti la vita di personaggi che un po’ gli assomigliano – anzi, diciamo un bel po’.
continua la lettura
Chiara Ruggiero - Libriofila
Ogni volta che Yates si accingeva a scrivere era ben convinto del fatto che nessuna storia nasce con l’ambizione di raggiungere il lieto fine.
continua la lettura
Paperblog
Undici storie per raccontare momenti o vite intere.
continua la lettura
Boris Borgato - Mangialibri.com
Undici solitudini
continua la lettura
Michela Fossa - Annuario "Il mucchio selvaggio"
Undici solitudini
continua la lettura
Il Foglio
Undici solitudini
continua la lettura
Emiliano Sbaraglia - Aprile on line
Altre facce dell'America
continua la lettura
Ciro Bertini - Bazar
Undici solitudini
continua la lettura
Marco Denti - Buscadero
Undici solitudini
continua la lettura
Marco Denti - Lettera.com
Undici solitudini: Nell'ombra ai margini della città, vite e solitudini secondo Richard Yates
continua la lettura
N. d'Aquino - Io donna - Corriere della Sera
Undici solitudini
continua la lettura
Andrea Carraro - Stilos
continua la lettura
Emanuele Trevi - il manifesto
Sadismo e solitudine nei racconti di Yates
continua la lettura
Valeria Parrella - Grazia
Undici modi per essere soli in periferia
continua la lettura
Marco Lodoli - la Repubblica
L'arte perfetta di saper perdere
continua la lettura
Andrea Consonni - Lankelot
Yates Richard - Undici solitudini.
continua la lettura
Prezzo copertina
11 €
- sconto 15%
9,35 €

Titolo Originale
Eleven Kinds of Loneliness

Traduzione
Maria Lucioni

Prefazione
Paolo Cognetti

ISBN
88-7521-088-8

Pagine
257

Pubblicazione
maggio 2006


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Richard Yates
Cold Spring Harbor A Cold Spring Harbor, cittadina residenziale di Long Island, nel corso di un'estate si incrociano i...
Richard Yates
Revolutionary Road Un’edizione con contenuti extra a un prezzo speciale!Nominato da Time tra i «100 Best...
Richard Yates
Easter Parade La pubblicazione dell’opera completa di Yates da parte di minimum fax prosegue con Easter...
Bernard Malamud
Gli inquilini Gli inquilini, pubblicato originariamente nel 1971, è la storia di Harry Lesse...
Donald Barthelme
Biancaneve Dimenticate Walt Disney e i fratelli Grimm: la Biancaneve di Barthelme è una donna annoiat...
Bernard Malamud
Il migliore Torna in libreria uno dei più grandi romanzi americani del dopoguerra, un classico perenne:...
John O'Hara
Appuntamento a Samarra Dopo Richard Yates, una nuova riscoperta americana nella collana dei classics. È la...
Richard Yates
Disturbo della quiete pubblica Dopo il successo di Revolutionary Road, minimum fax riscopre un altro straordinario romanzo di...
James Purdy
Malcolm James Purdy è stato definito «un autentico genio americano» da Gore Vidal, e...
John Barth
La fine della strada Dopo il successo dell’Opera Galleggiante («Un capolavoro della letteratura americana...
Donald Barthelme
Ritorna, dottor Caligari Amato da un realista come Raymond Carver (che in una recensione dichiara: «Donald Barthelme...
Google+