A pesca nelle pozze più profonde

Meditazioni sull'arte di scrivere racconti

Finalista al Premio Biblioteche di Roma

«A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare». Un’educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, probabilmente il più apprezzato scrittore italiano di racconti della sua generazione, si confronta con i grandi maestri di questo genere. Come si fa a scrivere un grande racconto? Cosa c’è dietro il lavoro quotidiano sulla pagina? Qual è il prezzo da pagare per riuscire a racchiudere il mondo in venti cartelle? Da Raymond Carver a Ernest Hemingway, da J.D. Salinger a Alice Munro, da John Cheever a Flannery O’Connor, Cognetti ci prende per mano trascinandoci nelle vite interiori e nelle botteghe di questi autori. A un certo punto ci sembrerà di sentire di cosa è fatto il lungo e duro tirocinio che può portare a capolavori come I quarantanove racconti di Hemingway o Nemico, amico, amante... della Munro. Non solo la tecnica, ma la disposizione d’animo, l’ostinazione, la vita. Un libro sull’arte di raccontare storie che solo un grande narratore poteva regalarci.

Paolo Cognetti racconta il libro sul suo blog 

Le recensioni della stampa

Eugenio Sibona - Rivista!unaspecie
Lo stile è preciso e puntuale, ma il linguaggio non è tecnico o esclusivamente per addetti ai lavori, così che può essere apprezzato sia da semplici curiosi, sia da quanti vorrebbero scrivere per professione.
continua la lettura
Gli Stati Generali
Paolo Cognetti nella "controclassifica" di Fabrizio Piazza della libreria Modusvivendi.
continua la lettura
Laura Pezzino - Vanity Fair.it
Scrittori, aspiranti tali, lettori con la passione: il volumetto di Cognetti, per il suo elevato peso specifico, è da mettere tra On Writing di King e Nel territorio del diavolo di O’Connor.
continua la lettura
Luca Ricci - Il Messaggero
Qui dentro c’è la storia alternativa della letteratura americana: Hawthorne, Anderson, Cheever e Dubus.
continua la lettura
Marco Montanaro - Malesangue
Cognetti ci accompagna in un breve viaggio letterario che ha il pregio di sottolineare almeno due aspetti importanti della scrittura (e della lettura) di racconti: il mistero e la prossimità con la narrazione orale.
continua la lettura
Francesco Moscatelli - TTL - La Stampa
I racconti sono come degli iceberg di cui vediamo solo una piccola parte o come ciò che appare dietro una finestra quando una lampadina si accende per poi spegnersi subito dopo.
continua la lettura
Carolina Crespi - Film Tv
Paolo Cognetti ci regala una grande lezione di letteratura.
continua la lettura
Giovanni Dozzini - Europa
Tra i libri sotto l'albero.
continua la lettura
Maria Di Biase - Scratchbook
Paolo è un lettore prima di essere uno scrittore, è questo il suo punto di forza; leggendolo, che sia in un libro o in un articolo del suo blog, si intuisce quanto lui sia legato ai suoi maestri, e quanto li ammirasse anche prima, prima ancora che i loro testi diventassero manuali di scrittura.
continua la lettura
Laura Pezzino - Vanity Fair.it
Chi ama i racconti (e chi non li ama io non li capisco), deve leggere queste «meditazioni sull’arte di scrivere racconti».
continua la lettura
Rossella Milone - Internazionale
La verità è che i racconti esistono da sempre, anzi forse rappresentano una delle forme di affabulazione più antiche, anche del romanzo.
continua la lettura
Cattedrale
Intervista a Paolo Cognetti.
continua la lettura
Alfonso Beradinelli - Il Foglio
Il libro di Cognetti è vivace, pregevole e parla della sua vocazione al racconto usando con efficacia la forma espositiva del racconto.
continua la lettura
Silvia Pelizzari - Finzioni
Ecco un’altra meraviglia della narrativa: Paolo Cognetti non mi sembra un tizio particolarmente socievole, eppure eccolo lì a raccontarmi una storia bellissima. Con un sorriso, anche. Pensa che magia.
continua la lettura
Luca Mastrantonio - Corriere della Sera
Il libro accompagna il lettore a pesca con grandi autori come Carver e Hemingway: per imparare a leggere (e dunque a scrivere) sulla superficie delle cose la presenza delle storie più profonde da raccontare.
continua la lettura
Luca Benedetti - Mangialibri
Paolo Cognetti ci ricorda quale sia la natura intrinseca di un racconto: è una parte di una storia già iniziata altrove e che altrove continuerà.
continua la lettura
Youbookers
Per chi, nei libri, ama gli intrecci non convenzionali e gli esperimenti che oltrepassano la normale dialettica autore-lettore, solitamente ridotta entro rigidi confini di carta.
continua la lettura
Silvia Pelizzari - Pagina99
Paolo Cognetti in questo libro fa una cosa molto bella: ci prende per mano e ci fa attraversare il nuovo continente, facendoci scoprire certi racconti e certi autori di racconti, come fosse una guida che ci indica opere d'arte.
continua la lettura
Gianluca Bodi - Senzaudio
Quella che Cognetti trasmette, è una passione sfrenata verso il racconto.
continua la lettura
Che Tempo Che Fa
Tra i consigli della redazione di Che tempo Che Fa.
continua la lettura
Marta Cervino - Marie Claire
Pagine intime che procedono col ritmo dei respiri e parlano di amori, e iceberg, e di quello che distingue i romanzi dai racconti. Parole che portano un benessere diffuso: la sensazione di passare un pomeriggio su un prato con un amico.
continua la lettura
La Repubblica - Ed. Palermo
Il più venduto a Palermo.
continua la lettura
Paola - Antiga Palavra Blog
E come se si trattasse di un viaggio, ci deve essere un traguardo, che mostri quanto appreso: questo è costituito da Sofia si veste sempre di nero, che qui si svela attraverso quattro brevi brani, quasi a porsi come primo raggiungimento di un lungo percorso.
continua la lettura
Paperblog
Quello di Cognetti è un mondo ben definito da uno stile preciso e inconfondibile, dove risuonano gli echi degli scrittori che lui ama molto e che inevitabilmente influiscono sulle sue storie.
continua la lettura
Mattia Rutilensi e Salvatore Cherchi - Riot Van
Intervista a Paolo Cognetti.
continua la lettura
Chiara Ruggiero - Librofilia.it
Paolo Cognetti ai suoi maestri d’Oltreoceano non ha assolutamente nulla da invidiare e l’affetto dei suoi lettori e il successo dei suoi libri ne sono la prova.
continua la lettura
Ma se domani
Si avvicina Natale, prendete appunti: regalate un romanzo di questa autrice e otterrete sempiterna gratitudine.
continua la lettura
Little Miss Book
È un talento naturale, la sua scrittura.
continua la lettura
Il Lettore Digitale
Per vedere l’invisibile attraverso il poco che si vede.
continua la lettura
le mele del Silenzio
Cose belle da leggere.
continua la lettura
SubliminalPop
Perché, e questo vale per chiunque, siamo così affezionati alle storie e continuiamo a raccontarne, a volerne ascoltare sempre di nuove? Non ci sono tutte le domande e nemmeno tutte le risposte in queste pagine, sarebbe impossibile altrimenti, ma ce ne sono alcune molte importanti, espresse con estrema coscienza e tanta chiarezza.
continua la lettura
Cosebelle Magazine
Paolo Cognetti ci parla di un altro modo di stare al mondo, quello di chi racconta e – per esteso – della letteratura.
continua la lettura
Sololibri
L’autore ci presenta alcuni fra i migliori scrittori di racconti mai esistiti, ci fa spiare alle loro finestre, ovvero proprio quello che succede ogniqualvolta ci avviciniamo per la prima volta ad un nuovo racconto.
continua la lettura
Luca Martini - Il Colophon
Intervista a Paolo Cognetti.
continua la lettura
Prezzo copertina
13 €
- sconto 15%
11,05 €
Prezzo copertina
7,99 €

LIBRO
EBOOK
ISBN
978-88-7521-594-1

Pagine
130

Pubblicazione
ottobre 2014


Rights
view details


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Christian Raimo
Le persone, soltanto le persone Una raccolta di racconti che piacerebbe ad Alice Munro. Amori, tradimenti, riconciliazioni. Un...
Charles D'Ambrosio
Il museo dei pesci morti Per la prima volta in tascabile i racconti di un maestro che è stato paragonato a Raymond...
Carlo D'Amicis
Quando eravamo prede Il nuovo romanzo di Carlo D’Amicis
Paolo Cognetti
Manuale per ragazze di successo Per la prima volta in edizione tascabile
Paolo Cognetti
Una cosa piccola che sta per esplodere Per la prima volta in edizione tascabile
Paolo Cognetti
Sofia si veste sempre di nero L’atteso ritorno dell’autore di Manuale per ragazze di successo e...
Flannery O'Connor
Sola a presidiare la fortezza Torna in una nuovissima edizione, arricchita con lettere inedite, un epistolario...
Grace Paley
Fedeltà Un diario in poesia, il testamento spirituale di una delle intellettuali più...
Charles D'Ambrosio
Il suo vero nome Il libro d’esordio che nel 1995 ha svelato al pubblico americano Charles D’Ambrosi...
Richard Yates
Undici solitudini Dopo la pubblicazione di Revolutionary Road, il primo romanzo di Richard Yates, il critico...
Raymond Carver
Niente trucchi da quattro soldi «Non ho niente da insegnare, e non voglio fare prediche. L'unica cosa che so è che...
Google+