Rock Encyclopedia e altri scritti

Nel 1959 sbarca a New York una giovane giornalista australiana. Donna indipendente, scrittrice brillante, osservatrice acuta e affamata di novità: il suo nome è Lillian Roxon, e in dieci anni intensissimi, vissuti gomito a gomito con gli artisti, i musicisti e gli intellettuali più in vista degli anni Sessanta, rivoluzionerà il modo di raccontare la cultura pop e i fenomeni giovanili. Nel 1969, l’anno del festival di Woodstock, esce la sua Rock Encyclopedia, la prima enciclopedia dedicata alla musica rock. Con uno sguardo lucido e appassionato, affilato da una vena ironica e uno stile di scrittura modernissimo, Lillian Roxon tira le somme di un decennio di eccessi e innovazioni, di mode passeggere e profonde trasformazioni dei costumi, dettando lo standard per il nuovo giornalismo musicale che sarebbe esploso – come genere di scrittura e come metodo di interpretazione della contemporaneità – negli anni Settanta. Questo volume presenta per la prima volta ai lettori italiani il testo integrale della Rock Encyclopedia, ed è completato da una selezione di articoli dell’autrice e da un profilo introduttivo firmato dal biografo Robert Milliken.

«Riuscire a tenere in piedi il mondo del rock quanto bastava da permettermi di fotografarlo è stata una delle missioni più difficili nel fare questo libro. Troppa gente ha chiuso gli occhi nell’attimo esatto in cui scattavo la foto. Anche se poi, non è proprio questo il rock? Questa irrequietezza? Questa follia e disperazione e intermittenza elettrica? Volevo registrare i fatti senza perdere le emozioni. E però alla fine è stata la stessa musica a raccontare la storia. Il libro è solo il compagno di viaggio di quella storia».

Lillian Roxon
New York, agosto 1969 

«Sono della vecchia scuola che ama un gruppo quando è senza un soldo e si batte e tormenta con liti e conflitti e tragedie emotive. Continuo a pensare che “commerciale”, se accoppiato alla musica rock, sia una brutta parola. Il che, mi spiace ammetterlo, è un modo di pensare molto anni Sessanta. Gli anni Settanta sono arrivati e non è più così che vanno le cose. Il rock è un grosso affare e tant’è. Potrà non piacermi, ma non posso cambiarlo così come non posso rimettere insieme i Beatles».

Lillian Roxon
gennaio 1971 

Le recensioni della stampa

Bizarre - Blow Up
La Roxon, anche se non era un'artista delle musica, visse davvero una vita immolata al dio del rock.
continua la lettura
Michele Lauro - Panorama.it
Una rilettura della cultura pop appassionante e modernissima.
continua la lettura
Laura Pezzino - Vanity Fair.it
Una delle cose belle da portarsi via da questo 2014.
continua la lettura
Corrado Augias - Il Venerdì - La Repubblica
Un libro lucido e visionario, indispensabile per chi ama il rock.
continua la lettura
Luca Mastrantonio - Corriere della Sera
Ritratto di gruppo in continua evoluzione ed estinzione.
continua la lettura
Alba Solaro - Marie Claire
Gli anni Sessanta e la rivoluzione musicale raccontati da un'australiana ribelle.
continua la lettura
Veronica Tosetti, Carol Rollo - Soft Revolution
Lillian Roxon venne definita “la regina del giornalismo rock’n’roll” e non a torto, perché prima di molti colleghi maschi riuscì a fare da tramite tra il rock e il resto del mondo.
continua la lettura
Prezzo copertina
16 €
- sconto 15%
13,60 €
Prezzo copertina
8,99 €

LIBRO
EBOOK
Traduzione
Tiziana Lo Porto

Prefazione
Robert Milliken

ISBN
978-88-7521-602-3

Pagine
500

Pubblicazione
ottobre 2014


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Tom Waits
Il fantasma del sabato sera Una miscela di umorismo, visionarietà e disincanto inconfondibilmente (e...
Robin D.G. Kelley
Thelonious Monk Una straordinaria biografia per ricordare Thelonious Monk a trent’anni dalla mort...
James Brown
I feel good «Spavaldo e spettacolare: James Brown canta e strepita anche scrivendo la sua...
Duke Ellington
La musica è la mia signora «La storia di un uomo che ha vissuto fi no in fondo, che si è realizzato pienamente...
John F. Goodman
Mingus secondo Mingus «Un libro come non se ne sono mai visti nella storia del jazz». Nat...
Larry Sloman
On the road with Bob Dylan Il racconto della più celebre tournée di tutta la storia del rock.
Lester Bangs
Deliri, desideri e distorsioni Per la prima volta in edizione tascabile
John F. Szwed
Space is the place. La vita e la musica di Sun Ra A vent’anni dalla morte di Sun Ra, la prima biografia di una leggenda della musica
A.B. Spellman
Quattro vite jazz «Un’avvincente e impressionistica storia del jazz contemporaneo». The...
Lester Bangs
Guida ragionevole al frastuono più atroce Nel trentennale della morte di Lester Bangs, torna in libreria uno dei libri rock più...
Richard Cook
Blue Note Records Richard Cook ci racconta la storia della Blue Note Records, punto di riferimento...
Stewart Copeland
Strange Things Happen L'autobiografia del batterista dei leggendari Police, Stewart Copeland, che insieme a Sting...
Lester Bangs
Impubblicabile! Collaboratore delle maggiori riviste musicali degli anni Settanta, da Creem a Rolling Stone, per le...
Paul Zollo
Songwriters Interviste a Joan Baez • Jackson Browne • David Crosby • Bob...
Google+