Urbino, Nebraska

Alessio Torino sfugge ai ricatti dell’editoria dominante grazie all’autenticità della sua ispirazione e alla sua coscienza di narratore.
Goffredo Fofi, Internazionale

Vincitore del Premio Speciale del Premio Letterario Metauro

Vincitore del Premio Subiaco Città del Libro 2014

Finalista al Premio Alassio - 100 autori per l’Europa


Un giorno del 1987, tra le mura di Urbino, succede una disgrazia. Due ragazze, due sorelle, Ester e Bianca, vengono trovate morte su una panchina di un parco pubblico, con l’ago in vena. Dieci anni dopo, venti anni dopo, oggi, Ester e Bianca vivono ancora nelle storie di tante persone comuni. Una studentessa universitaria vorrebbe portare conforto alla loro anziana madre malandata. Alcuni giovani musicisti sembrano ispirarsi alla loro collezione di dischi. Uno scrittore fallito decide di metterle in un romanzo. E poi sopravvivono gli oggetti che lasciano riaffiorare scampoli dai torbidi anni Ottanta fino ai Novanta e al primo decennio del nuovo secolo, tra froga, gloria e intransigenza – una foto sulla mensola di una cucina, un pezzo rock, un ritaglio della cronaca nera del Resto del Carlino, l’anello barattato dalle due sorelle per l’ultima dose di eroina. Composto da quattro brani legati dal filo rosso della storia di Ester e Bianca, il nuovo romanzo di Alessio Torino racconta un luogo fisico, Urbino, che diventa, a poco a poco, luogo universale del cuore.

Valerio Mastandrea legge un brano di Urbino, Nebraska 

Le recensioni della stampa

Matteo Bianchi - La Balena Bianca
Intervista ad Alessio Torino.
continua la lettura
Francesco Morgando - L'Indice dei Libri del Mese
Alessio Torino, dopo Tetano, si conferma un grande narratore dell'adolescenza.
continua la lettura
Yattaran
Alessio Torino è un grande evocatore di immaginari.
continua la lettura
Roberto Carnero - Domenicale - Il Sole 24 Ore
Scrittura efficace e stilisticamente sorvegliata che convince per la capacità di registrare i minimi stati d'animo dei personaggi.
continua la lettura
Paolo Petroni - La Gazzetta del Mezzogiorno
L'avvincente romanzo di Alessio Torino parte dal ritrovamento di due ragazze nel cuore della città.
continua la lettura
Franco Cordelli - Corriere della Sera
Un filo rosso unisce la storia fra passato incombente e futuro. Con la lezione stilistica di Paolo Volponi.
continua la lettura
Federica Cavalli - La Sicilia
Un'opera notevole quella di Alessio Torino.
continua la lettura
Paolo Armelli - Wired.it
Alessio Torino racconta "la provincia del mondo".
continua la lettura
Raffaella De Santis - La Repubblica
Torino è veramente bravo a scrostare il provincialismo eterno della provincia italiana.
continua la lettura
Paolo Petroni - ANSA
Un romanzo che procede per sovrapposizioni e incroci di storie, minuziosamente seguite per farlo crescere e lievitare nel suo senso di vita che scorre.
continua la lettura
Sergio Pent - TTL - La Stampa
Urbino, l'angolo oscuro che attende Springsteen.
continua la lettura
Gaia Rau - La Repubblica - Ed. Firenze
Alessio Torino e il suo romanzo al Pisa Book Festival.
continua la lettura
Michele Trecca - La Gazzetta del Mezzogiorno
In Urbino, Nebraska il piccolo mondo antico della provincia è teatro di grandi avventure dell'anima.
continua la lettura
Lisa Topi - Satisfiction
Una sincerità rara emerge dalle tante fessure di questo libro, provocando l’effetto dei grandi romanzi: lasciarci con la voglia di leggere ancora.
continua la lettura
Lucilla Niccolini - Corriere Adriatico
La città di Urbino ha dato ali al romanzo di questo giovane e talentuoso scrittore.
continua la lettura
Severino Colombo - La Lettura - Corriere della Sera
Per pochissimo fuori dalla top five dei libri dell'anno del Corriere della Sera.
continua la lettura
Pier Gelli - Linus
Un romanzo d'iniziazione, a più voci, che ti prende e ti avvince anche per qualità insolita dello stile.
continua la lettura
Fabio Pedone - Alias - Il manifesto
Romanzo in quattro movimenti, uniti dalla storia di due ragazze morte di overdose, il nuovo romanzo di Alessio Torino fa i conti con le ascendenze paterne, reali o letterarie.
continua la lettura
Caterina Morgantini - Mangialibri
Intervista ad Alessio Torino.
continua la lettura
Alessandro Zaccuri - Avvenire
Da un romanzo all'altro Alessio Torino ha raffinato il suo stile, ricondotto la sua ispirazione a un riconoscibile principio unitario e dimostrato che ogni città, esplorata nel profondo, rivela una capitale segreta.
continua la lettura
Qui Libri
Il nuovo romanzo di Alessio Torino ambientato a Urbino.
continua la lettura
Goffredo Fofi - Internazionale
Raccontare la provincia è meno facile di quanto sembri, e Torino è uno dei pochi che sa farlo.
continua la lettura
Laura Pezzino - Vanity Fair.it
«Urbino, Nebraska» è il meglio di quella grande provincia che è l’Italia, così in Nebraska come in terra. Che è la voglia di andarsene, ma anche di restare. Il non sapere se la decisione che abbiamo preso è la migliore delle decisioni possibili.
continua la lettura
Antonio Prudenzano - Affari Italiani
«"Urbino, Nebraska" è il mio omaggio a Volponi.» Intervista ad Alessio Torino.
continua la lettura
Caterina Morgantini - Mangialibri
C’è un brulicare di narrazioni e parole in Urbino, Nebraska, che Torino ci restituisce con un’attenzione minuziosa al più piccolo dettaglio, nel timore che qualcosa, nei suoi quadri di parole, possa sfuggirci: un torricino, la luce su di un mobile, la piega di un riccio.
continua la lettura
Jacopo Cirillo - Finzioni
«Urbino, Nebraska» di Alessio Torino è un sacco di cose, perché dentro ci sono un sacco di cose.
continua la lettura
Filippo La Porta - XL - La Repubblica
Il libro di Alessio Torino ci ricorda come ogni epoca provi a ridire, con la sua lingua, l'eterna vicenda degli esseri umani.
continua la lettura
Marta Cervino - Marie Claire
In bilico tra futuro e amarcord.
continua la lettura
Rossella Montemurro - Ilmiotg
Alessio Torino riesce ad arrivare al cuore delle cose.
continua la lettura
Francesco Lubian - Sherwood.it
Con una lingua precisissima ed una rara attenzione per il mondo dei giovani di provincia, Alessio Torino ci conduce nelle vite dei suoi protagonisti con silenziosa empatia, riuscendo a mettere in parole quel grumo di sofferenza talvolta inesplicabile che l'essere giovani porta con sé.
continua la lettura
Matteo Massi - Cosebelle
Urbino è ben più che un’ambientazione: madre e matrigna, moderna e bigotta, fedele e traditrice, è la sede della contraddizione interna ai personaggi.
continua la lettura
Sara Durantini - Tempo per me
Questo libro riconferma l’autore urbinate come uno degli scrittori più interessanti del panorama editoriale italiano.
continua la lettura
Donato Bevilacqua - La Bottega di Hamlin
I quattro personaggi che ci descrive Alessio Torino giocano a rimpiattino con le loro possibilità, con le loro storie personali.
continua la lettura
QN - Quotidiano Nazionale
Torino ha colto nel segno: il romanzo si divora.
continua la lettura
Giuditta Casale - Libri. Tempo per me
L'Urbino di Alessio Torino quanto più è autentica e topografica nelle descrizioni, tanto più diventa emblema e simbolo di un certo modo di considerare e soppesare l'esistenza.
continua la lettura
Pierluigi Lucadei - Il Mascalzone
La città raccontata da Torino è un luogo da cui non si riesce a fuggire, in cui le radici si intrecciano e si disperdono fino a togliere la terra sotto i piedi.
continua la lettura
Stefano Colella - Sololibri
Un libro da leggere, magari accompagnato prima e dopo dal sottofondo musicale del brano di Springsteen.
continua la lettura
Gaia Genovese - Paper Street
È un romanzo sull’autodeterminazione e, al contempo, sull'esigenza di una contaminazione sincera con il prossimo, sulla paura di autocondannarsi e sul timore di rimanere prigionieri delle sabbie mobili di se stessi.
continua la lettura
Il tè tostato
Un libro a strati, perché da racconto di una realtà unica e comune, si trasforma in descrizione di anime diverse raccolte in uno stesso luogo fisico, ma a cavallo del tempo.
continua la lettura
La Lettrice Rampante
Uno deve scrivere di quello che sente di dover scrivere, senza farsi tante domande, senza porsi il dilemma se ambientare il prossimo romanzo a Urbino o a New York.
continua la lettura
Il Messaggero
Il romanzo è la città.
continua la lettura
Giuditta Casale - Tempo per me
Una scrittura forte, vera, pulita, cristallina come il freddo pulito dal vento della città che descrive con gli occhi del figlio. Ellittica talvolta ma oscura mai, capace di lasciare intravedere aperture verso squarci di non detto che arricchiscono il testo di potenziali direzioni e pensieri da seguire.
continua la lettura
Piero Grignani - Il punteggio di Amburgo
Ecco un fuoriclasse, senza dubbio e neanche c’è molto da discutere perché nessuno lo nega e il libro è bello, già a cominciare dalla copertina di Alessandro Gottardo, che piace davvero a tutti e anche lui è uno super.
continua la lettura
Prezzo copertina
14 €
- sconto 15%
11,90 €
Prezzo copertina
8,99 €

LIBRO
EBOOK
ISBN
978-88-7521-516-3

Pagine
237

Pubblicazione
settembre 2013


Rights
view details


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Alessio Torino
Tina Pochi hanno saputo raccontare la fine di un matrimonio. Alessio Torino è tra questi, e lo...
Giuseppe Genna
Fine Impero Il nuovo romanzo di Giuseppe Genna
SIC, Scrittura Industriale Collettiva
In territorio nemico Un avvincente romanzo storico sulla Resistenza. Una straordinaria esperienza di scrittura...
Cosimo Argentina
Per sempre carnivori Un thriller caustico e politicamente scorretto ambientato in una scuola italiana del Sud
Paolo Cognetti
Sofia si veste sempre di nero L’atteso ritorno dell’autore di Manuale per ragazze di successo e...
Filippo D'Angelo
La fine dell’altro mondo Un rito purificatorio e, insieme, un magnifico esordio. 
Carola Susani
Eravamo bambini abbastanza Sospeso tra favola nera, parabola sull’esistenza, storia di formazione, il nuovo romanzo...
Alessio Torino
Tetano Quattro ragazzi, un’estate, un fiume da esplorare: fra suspense e commozione Alessio...
Google+