È il tuo giorno, Billy Lynn!

Il romanzo più bello che ho letto quest'anno.
Nick Hornby

Divertente, implacabile e serenamente devastante.
The Independent

Un romanzo di guerra ispirato e graffiante. Una provocazione avvincente e lucidissima.
The New York Times

Il tipo di libro di cui ci si ritrova a leggere brani a voce alta dopo aver svegliato con una risata la persona che sta dormendo accanto a noi. Una satira tonificante, coraggiosa ed esilarante sul modo in cui oggi si combatte una guerra e la si vende al pubblico.
San Francisco Chronicle

Grandioso, intimo e gioioso.
Geoff Dyer The New York Times Book Review


Dal 2 febbraio 2017 al cinema: Billy Lynn - Un giorno da eroe diretto dal Premio Oscar Ang Lee


Vincitore del National Book Critics Circle Award
Vincitore del Flaherty-Dunnan First Novel Prize
Vincitore del Los Angeles Times Book Prize
Vincitore del Dayton Literary Peace Prize 
Finalista al National Book Award  
Fra i 100 "Notable Books of the Year" per il New York Times
Fra i 100 "All Time Greatest Books" secondo Entertainment Weekly
Tra i 12 migliori libri del XXI secolo secondo BBC Culture 

 

I dieci soldati della squadra Bravo hanno compiuto una coraggiosa azione di guerra in Iraq, immortalata per caso dalle telecamere di un tg; trasformati di colpo in eroi nazionali, vengono richiamati in patria per due settimane di Victory Tour (interviste in tv, visita alla Casa Bianca, comizi pubblici aperti dal sermone di un predicatore), che culminano nell’apparizione come ospiti d’onore alla tradizionale, popolarissima partita di football del Giorno del Ringraziamento. Durante questa fatidica giornata, fra le strette di mano ai petrolieri texani, le canne fumate di nascosto, il trauma ancora vivissimo della recente morte di un compagno, la sensualità delle cheerleader, le avances di Hollywood e una proposta di diserzione, il diciannovenne caporale Billy Lynn cerca di non impazzire: la mattina dopo, la squadra deve tornare al fronte. La spettacolarizzazione dello sport e della guerra, il conflitto di classe, lo strapotere dell’entertainment e del mercato, ma anche la forza dell’amicizia, la paura della morte, la scoperta dell’amore: c’è tutto questo, in un romanzo scatenato e brillante, osannato dalla critica, che ha consacrato il suo autore come una delle migliori voci della letteratura americana di oggi. 

vincitore del National Book Critics Circle Award
- vincitore del Flaherty-Dunnan First Novel Prize
- finalista al National Book Award (ormai assegnato)
- finalista al Los Angeles Times Book Prize (si assegna il 19 aprile)

Le recensioni della stampa

Maurizio Porro - Corriere della Sera
Un cinema bellico contraddetto: più pace che guerra, come nel romanzo ispiratore "È il tuo giorno, Billy Lynn!" di Ben Fountain.
continua la lettura
Il Post
In esclusiva su Il Post il trailer italiano del film di Ang Lee tratto dal romanzo di Ben Fountain.
continua la lettura
Giulio D'Antona - Pagina 99
La nuova letteratura di guerra è idealmente cominciata con "È il tuo giorno Billy Lynn!" di Ben Fountain.
continua la lettura
Elisa Giudici - Mondo Fox
Ang Lee è noto non solo per la sua grande sensibilità artistica e umana, ma anche per aver portato con notevole successo romanzi e racconti brevi su grande schermo: il film tratto dal romanzo di Fountain sarà quasi di certo uno dei concorrenti in lizza per la corsa agli Oscar 2017.
continua la lettura
Pierre Hombrebueno - Best Movie
Si avverte una certa commozione nel trailer del nuovo film di Ang Lee, l’adattamento del romanzo Billy Lynn’s Long Halftime Walk di Ben Fountain, uscito in Italia grazie a Minimum Fax col titolo "È il tuo giorno, Billy Lynn!".
continua la lettura
Francesco Borgonovo, Giordano Tedoldi - Libero
Tra la lista dei libri da "regalare" per il Natale 2013
continua la lettura
Marco Rossari - Rivista Studio
Scelto come uno dei migliori libri del 2013.
continua la lettura
Internazionale
Consigliato dalla redazione di Internazionale.
continua la lettura
Liborio Conca - Il Mucchio
Nella cascata di coriandoli che vengono giù nello stadio dei Cowboys, mentre il sogno del film della squadra Bravo evapora lentamente, si materializza la fatuità di una guerra inutile.
continua la lettura
Giulio D'Antona - Blow Up
Non so se ha senso parlare di "grande romanzo americano". «È il tuo giorno Billy Lynn!» è bellissimo, non c'è altro da dire.
continua la lettura
Benedetta Marietti - D - La Repubblica
Ben Fountain utilizza un registro comico e paradossale, denso di uno humour che ricorda il capolavoro "Comma 22" di Joseph Heller.
continua la lettura
Marco Barbonaglia - Il Sole 24 Ore.com
Fountain non fa sconti ad un mondo fasullo basato sulla spettacolarizzazione di ogni cosa: dal conflitto iracheno allo sport, dalla preghiera al sacrificio dei giovani spediti al fronte.
continua la lettura
Valeria Parrella - Grazia
Il primo romanzo di Ben Fountain è un libro impetuoso che racconta questo: le guerre si combattono sui media e la vittoria è lo stordimento.
continua la lettura
Franco Bolelli - Tuttomilano - La Repubblica
Ben Fountain riesce a equilibrare drammatico e comico, dolore e divertimento, riuscendo a scrivere un grande romanzo americano.
continua la lettura
Matteo B. Bianchi - Matteo B. Bianchi - Blog
Tra i consigli di lettura.
continua la lettura
Luca Briasco - Alias - Il manifesto
Ben Fountain affida all'occhio straniato di un soldato la coscienza critica della storia, evidenziando i lati bui di una potenza spaventata.
continua la lettura
Geoff Dyer - Internazionale (The New York Times)
Nel momento in cui Billy è cotto della cheerleader, noi siamo innamorati del libro.
continua la lettura
Marco Rossari - Wired
Il libro di Ben Fountain è uno spettacolare tour de force dentro a quello specchio deformante che sono i media in tempo di guerra.
continua la lettura
La McMusa
Questo è un libro in cui l’immersione è la giusta chiave di lettura: bisogna divorare almeno trenta pagine alla volta e lasciarsi calare, come in una caduta subacquea nel blu profondo, nel più cremoso, corale e americano concetto di gloria.
continua la lettura
Claudia Bonadonna - Bookdetector
Una carrellata di icone culturali (i petrolieri, i quarterback, le cheerleader...) così perfettamente ritratte da risultare aberranti. Ben Fountain porta tutto in scena con strabilianti pirotecnie verbali e con la tagliente razionalità postmoderna di DeLillo e Foster Wallace.
continua la lettura
Caterina Bonvicini - Il Fatto Quotidiano
Un romanzo davvero bello, ironico e tragico insieme, e soprattutto nuovo, non solo per lo stile, ma anche per lo sguardo sulla guerra.
continua la lettura
Marta Cervino - Marie Claire
Seduzioni hollywoodiane, conflitti di classe e forza dell'amicizia in un romanzo implacabile che avanza a passo di carica.
continua la lettura
Erminio Fischetti - Mangialibri
Ben Fountain fotografa perfettamente le evoluzioni e le involuzioni sociali odierne, aggiorna i meccanismi dei suoi rituali, impagina i nuovi tic, le nuove violenze psicologiche, le nuove e più luccicanti follie.
continua la lettura
Andrea Coccia - Grazia.it
Un romanzo graffiante, ironico, potente, che mette a nudo i subdoli meccanismi della guerra e della comunicazione.
continua la lettura
Andrea Greco - A - Anna
Anche per restare sulla cresta dell'onda si deve combattere.
continua la lettura
Marco Denti - BooksHighway
Scoppiettante, irriverente, il più delle volte trascinato dalla verve di Ben Fountain, che riesce nell’impresa di rendere la vacuità e l’amarezza che Billy e i suoi compagni di sventura attraversano, è un romanzo scomodo e necessario.
continua la lettura
Più - La Provincia di Cremona
Il tour degli eroi per caso.
continua la lettura
Jessica Fornasari - MG - Magazine
Arriva in Italia il nuovo caso editoriale americano.
continua la lettura
Andrea Macrì - Toylet Mag
Ben Fountain traccia la storia di un’intera esistenza, quella di un diciannovenne che ha visto forse già troppo del mondo per i suoi giovani occhi.
continua la lettura
Paola Rinaldi - Chooze.it
Un racconto divertente e commovente di amicizia, dolore e smarrimento.
continua la lettura
Caterina Bonvicini - Il Fatto Quotidiano
La versione completa della recensione sul blog di Il Fatto Quotidiano.
continua la lettura
Mariangela Sapere - Scene Contemporanee.it
Un ottimo modo di fare una critica alla guerra e alla retorica tutta americana che la sostiene.
continua la lettura
La Lettrice Rampante
Ragazzi giovani, che eseguono ordini, che non hanno scelta, che hanno visto la morte in faccia e hanno una paura folle di non tornare, e che in cambio ricevono qualche medaglia e un incontro con Beyoncé.
continua la lettura
Prezzo copertina
17 €
- sconto 15%
14,45 €
Prezzo copertina
7,99 €

LIBRO
EBOOK
Titolo Originale
Billy Lynn's Long Halftime Walk

Traduzione
Martina Testa

ISBN
978-88-7521-489-0

Pagine
398

Pubblicazione
maggio 2013


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Jonathan Miles
Scarti «Un libro gioioso, divertente, imprevedibile, in cui a tutti i personaggi è...
Richard Yates
Sotto una buona stella Il romanzo ancora inedito in Italia di un autore ormai considerato un classico americano del...
George Saunders
Pastoralia Segnalato fra i migliori libri dell’anno dal New York Times ed Entertainment...
George Saunders
Dieci dicembre «Il libro più bello che leggerete quest’anno». New York Times Book...
Dana Spiotta
Versioni di me Segnalato fra i migliori libri dell’anno da New York Times • Washington...
Jennifer Egan
Guardami Dall’autrice Premio Pulitzer di Il tempo è un bastardo.
Matthew Klam
Questioni delicate che ho affrontato dall'analista Per la prima volta in edizione tascabile
David Foster Wallace
La ragazza dai capelli strani Un autore di culto la cui opera – diventata rappresentativa di un’intera generazione...
Jennifer Egan
Il tempo è un bastardo Vincitore del premio Pulitzer 2011: il libro americano dell’anno. 
George Saunders
Nel paese della persuasione Al centro di questo originalissimo e scatenato teatro dell’assurdo c’è...
Stanley Elkin
Magic Kingdom Dopo Barth, Purdy, Yates, minimum fax continua nella sua riscoperta dei "classici contemporanei"....
David Means
Episodi incendiari assortiti Non capita tutti i giorni, negli Stati Uniti, che un libro pubblicato da un editore indipendente...
Google+