La fine dell’altro mondo

Vincitore del Premio Esordienti - Albingaunum Città delle Torri

Ludovico Roncalli, dottorando in Lettere, è un ventottenne della Genova bene che ha trovato nella ricerca universitaria la conferma più fedele della cialtronaggine nazionale, nella famiglia un perenne esercizio di sadomasochismo, e nei coetanei – carrieristi o emarginati che siano – la testimonianza di un gigantesco fallimento generazionale. Erotomane per disperazione, prossimo al baratro dell’alcolismo, Ludovico vive l’unica autentica complicità nella sorella minore Umberta, alla quale lo lega una reciproca e impossibile attrazione incestuosa. Quando si metterà sulle tracce di un testo andato perduto (la fine di un romanzo utopico scritto da Cyrano de Bergerac), crederà che dalla letteratura possa iniziare il suo riscatto professionale e quindi umano. Peccato che l’estate in cui si svolge la vicenda sia quella del 2001: la follia del G8 genovese sconvolgerà la città e ogni progetto di Ludovico.

Esordio di uno scrittore dalla voce già pienamente originale e matura, capace di incastrare comico e tragico in una trama avvincente, La fine dell’altro mondo è insieme la creazione di un personaggio indimenticabile e il feroce de profundis alzato a un’epoca che non è stata all’altezza nemmeno dei suoi più modesti proponimenti. 

Le recensioni della stampa

Elisabetta Ambrosi - Il Fatto Quotidiano
Per Davide Ruffinengo della libreria Therese, quello di Filippo d'Angelo è «uno degli esordi più interessanti degli ultimi anni.»
continua la lettura
Marzia Fontana - Il Venerdì - La Repubblica
All'esordio il trentanovenne genovese rinnova il romanzo di formazione e denuncia il vuoto dei tempi con lingua esplicita e incline alla citazione.
continua la lettura
Subliminal Pop
Una scrittura molto ricercata, croce e delizia della narrazione.
continua la lettura
Fabrizio Ottaviani - Il Giornale
Il racconto di una Genova alcolica e postmoderna.
continua la lettura
Paola Pastorelli - Il Secolo XIX
La fine dell'altro mondo dà una scossa a Chiavari.
continua la lettura
Daniele Giglioli - La Lettura - Corriere della Sera
Un romanzo ambizioso, in cui D'Angelo dipinge in modo severo la sua generazione.
continua la lettura
Maria Serena Palieri - L'Unità
Il tema dell'incesto in chiave ironica nel romanzo di Filippo D'Angelo.
continua la lettura
Luca Ricci - Il Messaggero
Il balsamico cinismo di Filippo D'Angelo tra i libri dell'estate.
continua la lettura
Emiliano Morreale - la Repubblica
Classi, rabbia, illusioni. Ecco un romanzo sociale.
continua la lettura
Gianluigi Simonetti - Alias - Il manifesto
Il romanzo di Filippo D'Angelo è bello. Bello perché dimostra che la rovina del Paese può benissimo alimentare una letteratura capace di rappresentarla e quindi contraddirla.
continua la lettura
Angelo Guglielmi - TTL - La Stampa
Un romanzo che leggi con piacere. Scritto da un bravo raccontatore in possesso di linguaggio e stile.
continua la lettura
Stefano Biolchini - Il Sole 24 Ore
D'Angelo, con penna sicura, sa sovrapporre piani di lettura e destini.
continua la lettura
Giuliano Galletta - Il Secolo XIX
Il caso letterario dell'estate.
continua la lettura
Fabio Marabotto e Marco Mazzola - L'Espresso
Un libro carico di erotismo senza speranza, ma anche divertente e ben scritto.
continua la lettura
Elisa Coniglio - Flanerì
Con questo romanzo D’angelo non tenta di ricostruire una cronaca, ma tenta una narrazione più intimista e personale.
continua la lettura
Wuz.it
Fabio Goda consiglia La fine dell'altro mondo tra i libri per l'estate.
continua la lettura
Savona News
La fine dell'altro mondo ad Albenga.
continua la lettura
Pasquale Bottone - Libri e Suoni
Imperdibile.
continua la lettura
Francesca Bussi - Vanity Fair
Filippo D'Angelo racconta una crisi esistenziale nella Genova in cui «finì il mondo».
continua la lettura
Le parole e le cose
Un estratto del romanzo sulla rivista "Le parole e le cose"
continua la lettura
Carlotta Vissani - D - La Repubblica delle Donne
D'Angelo intesse un romanzo su un tempo sventurato, fotografando una generazione che ha una sola certezza: vivere in un mondo, che nonostante le amene apparenze, è asfittico e spietato.
continua la lettura
Claudia Spadoni - Marie Claire
Derive alcoliche, fallimenti incombenti e una relazione ai limiti dell'incesto: i fratelli Roncalli troneggiano in un romanzo d'esordio ambientato nell'estate crudele del 2001, quella del G8.
continua la lettura
Angelo Guglielmi - La Stampa.it
La fine dell’altro mondo Ci chiama alla diffidenza, a rallentare le conclusioni: il mondo (l’altro e questo) forse è finito ma sempre ricomincia.
continua la lettura
Leggo
Una buona lettura, non impegnativa ma mai superficiale.
continua la lettura
Matteo di Gesù - Il sole 24 Ore
Filippo D'Angelo tra gli esordienti più interessanti del 2012.
continua la lettura
Lo Straniero
Un'intelligenza e un'esigenza morale e una cultura letteraria, sociologica e filosofica che sono rari e benvenuti.
continua la lettura
Il Piccolo
D'Angelo racconta la vita agra di un giovane bene.
continua la lettura
Paolo Bonini - Levante News
Il "caso letterario" dell'estate a Chiavari
continua la lettura
Roberto Sculli - Il Secolo XIX
La fine dell'altro mondo è anche il romanzo "di" Genova, ambientazioni fedelissime, tra locali noti e personaggi chiamati per nome.
continua la lettura
Antonio Prudenzano - Affari Italiani
Un romanzo generazionale dal frenetico ritmo emotivo.
continua la lettura
Erica Re - Film Tv
Per altro mondo s'intende un'intera generazione. E un'intera epoca storica.
continua la lettura
Gianluigi Simonetti - L'Indice dei Libri del Mese
Un'ironia sottilmente crudele.
continua la lettura
Marta Pizzicaro - La Provincia di Pavese
Il racconto della generazione delle atroci illusioni.
continua la lettura
Loris Magro - El Aleph
Raccontando la storia di Ludovico, D'Angelo dimostra come certe logiche siano proprie della nostra società e non vengano minimamente scalfite da eventi di portata mondiale quali quelli che chiudono il romanzo: la morte di Carlo Giuliani durante il G8 e il crollo delle Torri Gemelle a New York.
continua la lettura
Sergio Carli - Dagospia
Storia che ti prende e come un giallo ti spinge a vedere come va a finire.
continua la lettura
Cesare Lanza - La Mescolanza
Straordinario come esordio.
continua la lettura
Francesco Rocca - Vanity Fair
«La fine dell'altro mondo» secondo Nicola Lagioia.
continua la lettura
Federica Ferraris - Mente Locale
Ritratto di una generazione. Intervista a Filippo D'Angelo.
continua la lettura
Carlotta Romano - La Sicilia
D'Angelo sa tenere costantemente alta l'attenzione del lettore.
continua la lettura
Sergio Carli - Blitz Quotidiano
La storia ti prende e come un giallo ti spinge a vedere come finisce.
continua la lettura
Dario De Marco - Dario De Marco - Blog
Un libro con diversi piani di lettura: letterario innanzitutto. A partire dal titolo, bello: La fine dell’altro mondo, che in realtà non è riferito alla fine del mondo ma a uno scritto di Cyrano de Bergerac.
continua la lettura
Teo Lorini - Primo Amore
Un romanzo bellissimo in cui la scrittura di Filippo D'Angelo riesce ad avere il coraggio di restare sincera, rifiutando il compiacimento.
continua la lettura
Libertà di Piacenza
Filippo D'Angelo mette in scena uno dei personaggi letterari più riusciti degli ultimi anni.
continua la lettura
Radio Città Futura
Filippo D'Angelo racconta Ludovico a Radio Città Futura.
continua la lettura
Francesco Lubian - Sherwood
"Questo" mondo, il nostro, sta diventando sempre più impossibile.
continua la lettura
La Provincia di Pavese
Incontro con l'autore.
continua la lettura
Roberto Falconi - Corriere del Ticino
Quella generazione che attraversa la Storia senza scriverla.
continua la lettura
Città di Genova
Filippo D'Angelo presenta il suo romanzo d'esordio.
continua la lettura
Rossella Montemurro - ilmiotg.it
Un esordio davvero sorprendente.
continua la lettura
Roberto Minichiello - Canale58.com
Tra i libri consigliati.
continua la lettura
Stefania Vitulli - Il Giornale
Quando sono gli scrittori a cambiare la vita agli scrittori.
continua la lettura
Prezzo copertina
15 €
- sconto 15%
12,75 €
Prezzo copertina
9,99 €

LIBRO
EBOOK
ISBN
978-88-7521-180-6

Pagine
329

Pubblicazione
maggio 2012


Rights
view details


contenuti extra

Ti consigliamo anche

Filippo D'Angelo
Troppe puttane! Troppo canottaggio! I segreti della scrittura svelati dai grandi autori francesi.
Carola Susani
Eravamo bambini abbastanza Sospeso tra favola nera, parabola sull’esistenza, storia di formazione, il nuovo romanzo...
Marta Baiocchi
Cento micron Il primo grande romanzo italiano sulla bioetica. Una donna che vuole un figlio a tutti i cost...
Laura Pugno
Antartide Un giallo inconsueto, dalla suspense raffinata, animato dalla scrittura nitida e potente di...
Alessio Torino
Tetano Quattro ragazzi, un’estate, un fiume da esplorare: fra suspense e commozione Alessio...
Gianluigi Ricuperati
Il mio impero è nell'aria Un romanzo d’esordio originale e attualissimo sul rapporto fra...
Ernesto Aloia
Paesaggio con incendio Un romanzo che ha il respiro e la lingua di un piccolo classico e il cuore duro di un...
Tommaso Pincio
Lo spazio sfinito Dopo un’assenza di molti anni, torna il libro culto di Tommaso Pincio, ora pronto a...
Google+