Per grazia ricevuta

Possiede qualità ormai rare: maturità, onestà, lucidità intellettuale. La più brava delle nostre giovani scrittrici
Il Giornale

Una voce profonda, scaldata al sole del Sud. Ogni racconto non ci lascia più e resta a lungo nella testa
Elle

Valeria Parrella raccoglie nelle maglie delle parole ciò che è, ciò che sente, ciò che non avrebbe mai voluto vedere
Roberto Saviano

Per grazia ricevuta ha confermato definitivamente Valeria Parrella come una delle voci più fresche, originali e potenti della nuova narrativa italiana, riscuotendo un grande successo di critica e di pubblico in Italia e all’estero. Dopo il fortunatissimo esordio di mosca più balena, che ha vinto il Premio Campiello Opera Prima, nel suo secondo libro Valeria Parrella racconta una Napoli lontana dal folklore e dalla retorica, fra corrieri della droga ed eleganti gallerie d’arte, tipografie clandestine e giovani laureate che vogliono strapparsi alla dimensione soffocante della periferia; storie di uomini e (soprattutto) di donne impegnati a inseguire i propri desideri affrontando il mondo con ironia e coraggio. Nel 2005 il libro è entrato nella cinquina dei finalisti al Premio Strega.

Le recensioni della stampa

Iolanda Verri - Cosebelle Magazine
Scattare una foto a quattro vite nel loro istante di maggior movimento. Così siamo sempre in affanno, dietro a queste donne soprattutto, ma anche uomini aggrappati alle strade, ai loro ricordi, ai loro sbagli… per saltarne fuori. Ecco questi racconti stanno lì, nel momento del salto.
continua la lettura
Prezzo copertina
7 €
- sconto 15%
5,95 €

ISBN
978-88-6559-026-3

Pagine
135

Pubblicazione
novembre 2010



Google+